mercoledì 3 marzo 2010

Di Basilio: "Il Pd torna tra la gente"


In questi giorni è uscito il numero di Febbraio del mensile locale Incontri. A pagina 2 c'è un'intervista al nuovo coordinatore del circolo del Pd di Magliano Francesco Di Basilio. Vi proponiamo la trascrizione dell'articolo nel numero in edicola.

Trent'anni, tecnico di radiologia, Francesco di Basilio è il coordinatore del Pd di Magliano eletto a larga maggioranza il 30 gennaio.
La rottura con Lini è costata carissima. Rifareste tutto?
"Sono stanco di parlare del passato. Nessuno è infallibile e qualche errore magari c'è stato. Tuttavia puntiamo al rinnovamento. Noi lo abbiamo reliazzato con i fatti, per gli altri vedremo".
E Graziani. E' già tempo di giudizi?
"Il tempo è poco, comunque in questi mesi una cosa l'ho capita: a questa maggioranza importa poco della trasparenza. Lo dimostra il fatto che le uniche proposte tese ad aumentare la partecipazione sono nostre, vedi quella per la pubblicazione degli atti o per le modifiche allo statuto, tutte tese a migliorare l'informazione dei cittadini. La maggioranza si è solo preoccupata di cambiare una norma per nominare un nuovo assessore e tenere buona l'Udc".
Come riconquisterete la fiducia dei cittadini?
"Sarà un lavoro lungo. Ma non impossibile. Dobbiamo anzitutto tornare a sentire i cittadini".
Ora avete anche uno spazio nel giornale comunale.
"Bella questa. E' stato chiesto al consigliere Orsini di scrivere un articolo come presidente di una commissione (politiche per il territorio) ma nessuno lo aveva informato che andava a finire nello spazio della minoranza. Sgombriamo ogni dubbio. Il nostro gruppo non ha dato nessun assenso e non scriverà su quel giornale perché riteniamo immorale utilizzare i soldi di tutti per per farsi propaganda".

2 commenti:

  1. ma questo assessore esterno poi chi è?quello che hanno detto su incontri tempo fa o è cambiato?e quanto ci costa?

    RispondiElimina
  2. “E’ stato lavoro di sintesi e confronto – conferma Urbanetti – Questo risultato smentisce, con i fatti, tutte le illazioni che esponenti di primo piano dell’amministrazione comunale hanno fatto nei giorni scorsi strumentalizzando il “caso Orsini”. Chi dice che non vogliamo collaborare, mente sapendo di mentire oppure non conosce la realtà”.

    altro che alibi!

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione