sabato 11 dicembre 2010

Manifestazione, intenso discorso di Bersani

Bersani al popolo Pd: «Italia, vieni via con me...»
clicca sulla dichiarazione per leggere il discorso di Bersani

6 commenti:

  1. Francesco Di Basilio11 dicembre 2010 21:07

    orgogliosi di esserci stati, orgoglioso di esserci stato oggi con l'ITALIA CHE VUOLE CAMBIARE, con le persone che non ci vogliono più stare, con le persone oneste che non sono in vendita e soprattutto in mezzo a tantissimi giovani che hanno deciso che è ora di riprendersi il loro futuro....
    Orgoglioso anche del fatto che eravamo numerosi sia noi del PD di Magliano sia l'intero corteo della federazione di Rieti....noi abbiamo scelto da che parete stare e non stiamo con le mani in mano ad aspettare e sputare sentenze...noi combattiamo per UN'ITALIA MIGLIORE!!!!!

    RispondiElimina
  2. Francesco Di Basilio11 dicembre 2010 21:10

    n.b. dimenticavo il momento in cui Bersani si è commosso ci ha toccato a tutti, lì abbiamo capito che noi abbiamo un leader che è una persona normale come noi, parlare davanti a tutte quelle persone e tutte quelle bandiere non era facile per nessuno lui ci è riuscito ..... grande....adesso A CASA BERLUSCONI!!!!

    RispondiElimina
  3. Bene hai fatto ricordare la grande e palese emozione espressa visibilmente da Pier Luigi Bersani; in quel momento il pensiero è andato a quel maledetto giorno del 1984 a Padova.
    E' un segno della grande umanità che esprime questo piacentino, personaggio politico cresciuto in concomitanza della messa in stampa dei "Quaderni Piacentini", una rivista di sinistra non partitica imperniata sulla ricerca e lo studio del marxismo critico.

    RispondiElimina
  4. sinceramente mi ha toccato. ci sono stati passi fondamentali come quando ha ricordato la solidarietà. rivolgendosi a tutti gli amministratori, ha detto di investire anche fosse solo un euro in più nel bilancio nei disabili e nelle persone bisognose, perchè in momenti di forte crisi economica come questa il primo dei valori ad andare perso è proprio quello della solidarietà.
    una cultura di sinistra è fatta anche di questi argomenti, non di giudici politicizzati, di studenti politicizzati, di giornali politicizzati.
    l'inganno berlusconiano è ormai al termine.

    RispondiElimina
  5. ho visto le foto su facebook e sono tutte molto belle una manifestazione pacifica e colorata complimenti ci voleva rivedere un pò la sinistra in questa italia era ora

    RispondiElimina
  6. Adesso non mollate. Se vogliono il referendum bene. Dovete far saltare la consultazione come e più di Leonessa! Forza ce la potete fare. Se perdono il referendum dovranno dimettersi il giorno dopo! Schierate il Pd compatto e tutti coloro che non sopportano più le panzane dell'assessore megagalattico contro il referendum. Vediamo come finisce poi. Dovete avere il coraggio di sfidarli!

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione