martedì 1 febbraio 2011

Constatazioni a voce alta


Maledetti medici. Tutti comunisti.
Dopo che mi è stato diagnosticato al volo su queste pagine da un simpatizzante dell'Udc, il “Mal d'Udc”, mi sono dato da fare per trovare una cura. Ma i medici non ne vogliono sapere, per loro non ho niente.
«Dottore, mi hanno detto che ho il Mal d'Udc, come faccio a guarire».
«Che cosa?», risponde il camice rosso, guardandomi come se fossi ubriaco.
«Sì, ho scritto un articolo su un blog e un sostenitore dell'Udc mi ha detto che sono affetto da 'Mal d'Udc'. Siccome ho una fiducia smisurata nella gente dell'Udc adesso mi deve curare».
«Ma non esiste questa malattia» risponde il dottore stalinista.
«Per piacere, faccia il suo lavoro. Che vuole prendere il posto dell'Udc? Mi visiti!».
«Ma lei sta scherzando...» dice il medico comunista.
«Ma le pare che possa scherzare sull'Udc. E pure lei, abbia rispetto!». Allora il dottore mi dà una pacca sulla spalla, mi visita come un bambino e poi all'uscita mi dice per farmi togliere dalle scatole: «Non c'è una terapia specifica, basta che non ci pensa, non deve parlarne».

Ecco, ho la cura. Non devo pensare dell'Udc. Non ne devo parlare e tantomeno scrivere. E pazienza se quei rompiscatole di Magliano Democratica mi stanno intasando l'email chiedendomi che fine abbia fatto. Comunisti pure loro, non crescono mai.
Non dobbiamo parlare dell'Udc, bene proviamo a parlare dell'ospedale. Qualche giorno fa un drappello di coraggiosi concittadini ha marciato a Rieti facendosi ricevere dal direttore della Asl e dal Prefetto. C'era il sindaco, il consigliere provinciale del Pdl Felice Costini, il presidente della Provincia Fabio Melilli, il consigliere regionale Mario Perilli, i sindacati, e via dicendo. C'era pure il vicesindaco..... Oddio, non devo parlare dell'Udc!!!
Sì, però è salito alla Asl. Non avrà mica parlato?.... No!.... Ah, per fortuna!
Maledetta malattia!
....Non ne devo parlare, non ne devo parlare!....
Vabbene, continuiamo con la manifestazione di mercoledì a Rieti. C'era tutto l'arco costituzionale o giù di lì. Il bello, ma anche il brutto, di queste battaglie è che per convenzione si dice che “bisogna stare tutti insieme”. Allora non ci capisci più un tubo. Perché vicino alla gente con il cartellone ci trovi anche il politico che sostiene e applaude chi taglia l'ospedale. Quelli che fanno la maggioranza e l'opposizione insieme. Tipo l'Udc?
....Non ne devo parlare, me l'ha detto il medico....

Poi basta. I centristi non sono mica soli. Ci sono quelli del Pdl per esempio. Che a Roma si spellano le mani per la Polverini e qui sono al fianco dei maglianesi. E a chi osa ricordare che i sostenitori della governatrice nera issarono addirittura la bandiera del Pdl dal balcone di Palazzo Vannicelli, viene tacciato come un pazzo a caccia di sterili polemiche di stampo comunista.
Hanno ragione avete rotto con questi dettagli pallosi.
Loro ce l'hanno messa in Regione e loro adesso ci penseranno a farsi dare retta.

E basta con questa storia di Melilli. Non invitano il presidente della Provincia all'incontro con la Polverini? E cosa vuole dall'amministrazione comunale? Evidentemente non è il tipo della governatrice.
Se poi si comportassero tutti come il vicensidaco dell'Udc, la politica sarebbe più credibile. Dico sul serio. Ha dichiarato a Il Messaggero che se l'Udc chiude l'ospedale gli iscritti di Magliano si dimetteranno in massa. Vabbè, vi abbono un caffè per il consiglio che vi ho dato su queste colonne, ma mi sorge un dubbio: qualcuno ha avvisato il vicesindaco che l'Udc sostiene con sei decisivi consiglieri regionali la Polverini e il piano che chiude l'ospedale? Non vorrei che passassero altri 5 mesi prima che se ne renda conto.
Che cattivo che sono. Hanno proprio ragione il “Mal d'Udc”, è una bestiaccia.
....Non ne devo parlare. Ci posso riuscire....

Il manager della Asl Rodolfo Gianani, con precedenti alla Asl di Vibo Valentia che hanno addirittura catturato l'attenzione di Gian Antonio Stella (andate su google digitate Rodolfo Gianani Vibo Valentia e vedete cosa esce...), ha detto ai maglianesi che non si possono spendere soldi pubblici nell'ospedale “Marzio Marini”. Perciò ha ritirato fuori dal cilindro la medicina cinese, rimanendo serio. Il direttore è sicuro.
L'ospedale così non va, bisogna esplorare nuovi mercati. Se proprio andiamo a caccia dell'affare e di un'attività che crei economia mi permetto un suggerimento alla moda: visto che le stanze non mancano perché all'ospedale non ci facciamo un Bunga Bunga Center?
In fin dei conti il Bunga Bunga non è un po' come giocare al dottore? C'è solo un problema.
Bisognerebbe tenere buoni solo quei baciapile dell'Udc.
....Oddio sempre loro! Che incubo!!!.... Mi arrendo, curatemi!!!

Kafir

10 commenti:

  1. carlo Gasperini1 febbraio 2011 20:56

    Una breve premessa:
    Ma che maniera è quella di vietare i copia e incolla su questo blog! Non riesco a crederci cosa possa passare per la mente di alcuni compaesani.
    Volevo tagliare ed incollare un pezzettino di questo corsivo, cercherò di sintetizzarlo.
    Dice infatti Kafir di andare su google e digitare Rodolfo Gianani Vibo Valentia per vedere cosa ne esce, lo dice Giannantonio Stella, forse suo collega.
    Gli ricordo che sul molto più modesto "aprile", tale riferimento lo si può leggere da almeno un paio di mesi.
    Cosa pensare? questione di maturità e onestà intellettuale, anche perché in me non credo si possa presumere sia un suo concorrente.

    RispondiElimina
  2. semplicemente fantastico Kafir

    RispondiElimina
  3. finalmente hai capito che dopo aver per l' ennesima volta insultato, dietro il tuo finto perbenismo e saccente , non che inconcludente pistolotto sull'udc,che l'unica cosa sensata che hai detto ; è che ti devi curare quindi per la tua cura sfogati ancora e continua a parlare male dell'udc. P.S.: nella vita i filosofi hanno sempre teorizzato il nulla quello che tu rappresenti. grazie e arrivederci alla prossima terapia. ah mi dimenticavo anch'io ho consultato il medico aveva il camice bianco e non rosso, forse perchè era un medico e non un macellaio.

    RispondiElimina
  4. ma perchè dici che ha insultato? non è vero che il vicesindaco è stato zitto? e meno male!

    RispondiElimina
  5. credo che davvero la gente finalmente si renda conto di come la politica dell'apparire piu' che del concretizzare ci stia portando verso un baratro senza fondo.

    RispondiElimina
  6. Una politica che giunge a Magliano dopo più di 20 anni, la stessa politica dell'apparire di craxi, la stessa politica dei rampanti (a magliano anche le rampanti), la stessa politica che ci portò a fondo, la stessa che tolse la scala mobile o contingenza impoverendo sempre più i lavoratori, la stessa politica dei favori, delle raccomandazioni, della sistemazione dei propri famigliari, dei propri interessi e così via.

    RispondiElimina
  7. c'è sempre politica e politica. e dal momento che la nostra società si regge sulla rappresentanza democratica, non è possibile immaginare una società fatta di anarchia libera. in essa vi risiederebbe solo il caos. è invece più giusto discernere dalla diverse forme di fare politica, da quelle persone che hanno dei valori e una morale che viene impiegata al servizio dei cittadini, ripartendo dai problemi della gente, dai piccoli bisogni, dai piccoli borghi. se non si crede in tutto ciò si scende nel qualunquismo dei discorsi che spesso ho sentito pronunciare a questa amministrazione e al sindaco che ha sempre fatto credere a tutti la sua non appartenenza di convenienza ai partiti. ora però il destino lo sta mettendo davanti a una scelta e lui come un'anguilla sta cercando di divincolarsi tentando di salvare capra, cavoli e la propria faccia da bravo ragazzo

    RispondiElimina
  8. E' vero e non sai quanto.
    Non immaginavo davvero anzi fino ad un certo punto era riuscito anche a non farmi pentire della fiducia che in lui e alcuni di loro avevo riposto.
    Ma da qualche tempo a questa parte troppe cose sono uscite fuori altre continuano ad uscirne e sinceramente altre ancora sono davvero evidenti
    Altro che stessa politica questa davvero scivola ancora piu' in basso.

    RispondiElimina
  9. Complimenti vivissimi per questo post!

    RispondiElimina
  10. Se IS chiarisse meglio dove ha visto l'anarchia libera, dove il pericolo della rappresentanza democratica in tutto questo, glie ne sarei grato.
    A me sembra ci si stia battendo per una maggiore rappresentanza, una maggiore democrazia, una maggiore rappresentanza nei vari comitati e associazioni.
    Sono altri, quelli che fino a due anni fa si sbavavano la bocca con il termine maggiore democrazia, quelli che oggi amministrano questo comune.
    Guardatevi intorno, solo desolazione, silenzi, depressione, rassegnazione.
    Una sconfitta grave per i maglianesi, una sconfitta che durerà ancora per tre anni.
    Si sono chiusi e posso anche capire perché, cosa avrebbero mai da giustificare visto il fallimento?
    Avessero veramente amore come dicono per magliano, si dimetterebbero immediatamente; ma ancora debbono sistemare qualche persona cara a qualcuno, molto cara direi, quasi una moglie.

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione