sabato 5 febbraio 2011

Domande a Graziani ancora senza risposte


«Io non ho alcun tipo di preclusioni ma non dipende da me»
Alfredo Graziani - Il Messaggero di Rieti - 02/02/11

Rinnoviamo le domande, che ancora non trovano risposta ufficiale, al nostro sindaco. Domande a cui crediamo sia doverosa una risposta per comprendere quali saranno le dinamiche del prossimo imminente incontro con la Polverini :


la scelta di non aggiungere alla delegazione il Presidente della Provincia Melilli da chi dipende?


quali sono le motivazioni per cui, chi compie tale scelta, questo fantomatico Mister X, ha deciso di privarsi di un importante soggetto istituzionale al tavolo delle trattative con la Polverini?


colui che compie le scelte è il referente del sindaco in questa delicata fase di trattative e anche colui che presiederà all'incontro decisivo?


Le domande che poniamo, è bene ricordarlo, sono avvalorate da un recente passato a dir poco preoccupante. Abbiamo infatti visto nel corso di questi mesi di battaglie in favore del Marzio Marini, come l'intervento politico del fronte del centrodestra provinciale e regionale abbia apportato alla causa di Magliano e di questo sindaco ben pochi risultati.

Riecheggiano ancora amaramente le parole pronunciate dallo stesso Graziani in occasione del consiglio comunale straordinario del 28 maggio 2010, in cui alle preoccupanti notizie che giungevano sul nostro ospedale disse: "Per quello che riguarda le notizie dell'ultima ora sono stato contattato dall'assessore regionale PDL Cicchetti, il quale mi ha rassicurato di non fare allarmismi perchè il piano di rientro è previsto per lunedi e riguarderà una serie di tagli a carico della sanità privata di Roma. Siamo contenti di queste dirette rassicurazioni, e del fatto che usciranno anche sui giornali, andando così in linea con ciò che noi auspichiamo".
Come dimenticare poi le vere e proprie perfomance e le parole espresse durante il consiglio regionale di novembre, al cui centro del dibattito c'era proprio il tema della sanità laziale, dal consigliere PDL Lidia Nobili, da noi documentate su questo blog.
Purtroppo la storia ha un suo peso e anche il precedente incontro tra Graziani e la Polverini, alla presenza del Senatore PDL Cicolani e del Consigliere Regionale Cicchetti, primo supporter del neo DG ASL di Rieti Rodolfo Gianani, figura indicata proprio dall'ex assessore del Pdl Cicchetti, ha apportato ben poco alla causa del Marzio Marini.

Forse dunque è arrivato il momento di emulare per una volta il sindaco Lini che, come abbiamo già ricordato, all'incontro con Marrazzo, allora Governatore del Lazio, si presentò con Melilli e con i sindacati, riuscendo a portare a casa quello che fino ad oggi era il nostro nosocomio.

21 commenti:

  1. Non la faccio lunga, il post è molto ben fatto e pone il sindaco di fronte all'opinione pubblica nudo.
    La singolarità di tutto questo a me sembra essere una e non di secondo grado; ma Pastorelli, esimio personaggio politico provinciale socialista sempre presente alle manifestazioni, probabilmente chiamato dai suoi compagni presenti in amministrazione, lo è soltanto quale esponente politico oppure nella veste istituzionale di sostituto presidente della provincia?
    E se lo fosse per quest'ultima, avrà mai chiesto al sindaco di portare con se anche il presidente della provincia al confronto che avrà con la polverini lunedì 14 pv?

    RispondiElimina
  2. è certo che il sindaco ha letto queste domande ma continua a non rispondere. che si trova in difficoltà è ormai cosa risaputa e il suo contorno non lo aiuta di certo. anche pastorelli l'unico riferimento diretto di questa armata brancaleone comincia a dissentire con il sindaco che sia un segnale?

    RispondiElimina
  3. Che il sindaco riecheggia è ormai assodato da tempo. All'icontro da Lui voluto, con i cittadini al teatro Manlio nel novembre scorso , disse che la Polvwerini gli aveva anticipato lincontro rispetto alla data presfissata e che doveva andare a sentire quali erano le condizioni di dialogo sulla questione dell'osapedale. In questa occasione si chiese al sindaco di andare all'icontro con delle idee chiare su quanto Noi chiedevamo al goveratore, ma il sindaco, se ne uscì con il dire che tale incontro era ancora una volta, un icontro preliminare e quindi non indicativo ne decisivo. Bene non fu così, il governatore Polverini in quella occasione ribadì che per il Marini non cerano novità era cioè già tutto deciso, per la rinversione si intende. Qualche giorno fa Egli convoca in assemblea i cittadini e le associazioni dei commercianti, per aderire alla protesta con la serrata delle attività,e ci sbalordisce di nuovo con una affermazione " A GIORNI ANDRO' AD INCONTRARE LA POLVERINI MA NON POSSO RIVELARE NE LA DATA NE L'ORA DELL'INCONTRO, PERCHE DEBBO ANDARCI DA SOLO" Infatti dico io da solo Egli Ha già ottenuto tanto ciè la CHIUSURA DELL'OSPEDALE. SINDACO AMBIGUO DA SEMPRE E PER SEMPRE AMBIGUO, E' ora che lei decida chi deve avere A FIANCO NEL COMBATTERE QUESTA BATTAGLIA, perchè solo con i polotici che contano o che vogliono contare LEI POTREBBE PORTARE A CASA UN INSPERATO RISULTATO, E PER LEI E PER LA POPOLAZIONE S A B I N A .Non sui distragga de si faccia distrarre combatta da VERO SINDACO E DA VERO POLITICO, SEMPRE SE CI RIESCE!

    RispondiElimina
  4. Ma chi l'ha scritto questo commento? Totò e Peppino?

    RispondiElimina
  5. No e' scritto in Dipietrese! Va tradotto.

    RispondiElimina
  6. ma il sindaco chi e'?

    RispondiElimina
  7. Visto Giovanni quanto sono colti?
    Accidenti! tutti pronti a rilevare errori, errori palesemente di battitura chiaro.
    Fossero così veloci nell'accudire questo paese sarebbero dei veri campioni e che comunque lo sono; campioni di commedie.
    Ma lo sentono quando parla alfredino?
    Se ne renderanno mai conto di quale e quanta ignoranza sia dotato pensate un po, un laureato in medicina?
    Sarà per questo che gli piace tanto mettere in scena commedie in vernacolese?
    Credo proprio di si, potrà sempre giustificarsi che sta componendo una nuova sceneggiatura, ooops, volevo dire sceneggiata.

    RispondiElimina
  8. l'incompetenza si manifesta con l'uso di troppe parole...in questo caso anche la sintassi lascia a desiderare ...

    RispondiElimina
  9. Da oggi il sindaco fa una cosa in più: RIECHEGGIA.
    Se c'é confusione nella mano che scrive, figuriamoci nella testa che pensa.

    RispondiElimina
  10. Redazione Magliano Democratica6 febbraio 2011 10:25

    notiamo con piacere, come già affermato dall'utente c.g., che questi che continuano ad essere sempre meno anonimi, non hanno atteso molto a ricondurre tutto sul piano dello sberleffo. classico atteggiamento di questa amministrazione che quando non ha argomenti a suo favore, per uscire dall'angolo in cui si è cacciata, preferisce denigrare l'avversario.
    cosa c'è di tanto contorto in quanto chiesto nelle domande?
    eppure una risposta ancora non è giunta.
    il cittadino maglianese, quello che non viene abbindolato dalle sciocchezze che i componenti dell'amministrazione graziani mettono in giro per giustificare il loro inesistente operato in due anni, hanno iniziato ad essere critici e hanno dimostrato di saper ragionare con le proprie teste.
    anche a loro bisognerà rendere conto nel futuro.

    spezziamo infine una lancia a favore dell'utente Giovanni P.
    Leo Pardi parla di confusione nella testa.
    noi lo invitiamo a chiedere ai nostri amministratori se sono a conoscenza di quali requisiti ha bisogno il referendum per poter essere approvato.
    della serie facciamo le cose e non sappiamo nemmeno come funzionano.

    RispondiElimina
  11. http://www.corrieredirieti.it/news.asp?id=71


    ecco come si fa!

    RispondiElimina
  12. Da elettrice è triste rendersi conto che questa amministrazione tanto si lamentava quando era in opposizione ed oggi ripercorre gli atteggiamenti che tanto lamentava, con qualcosa in più,dal mio punto di vista, non considerare l'opinione, espressione di libertà di pensiero, per chi osa non essere in accordo con essi.mi si rilevano persone che non avrei mai pensato essere tanto antidemocratiche...

    RispondiElimina
  13. è questo lo sbaglio infatti sono sempre stati così solo che agli altri hanno fatto credere cose diverse e tanti ci sono cascati ora invece che ci si è seduti su quelle sedie e che i problemi da affrontare sono tanti e difficili perdono il controllo e fanno vedere quello che sono. hai provato a dire qualcosa al nostro amato sindaco qualcosa che non gli va genio? guarda come è il suo atteggiamento

    RispondiElimina
  14. o sul blog de sabinamente se so risvegliati con un articolo di giornale che parla dell'udc. ma allora è vero che stanno facendo qualcosa! grazie sabinamente che ce lo hai detto, e tutti che pensavano che il blog di parte fosse quello di magliano insieme.

    RispondiElimina
  15. Vorrebbi chiedere perché quello che scribbi io voi lo cancellavvio.

    RispondiElimina
  16. c'è anche bisogno di spiegartelo?
    guarda facciamo così questo lo lasciamo così tutti hanno la possibilità di capire la caratura e l'importanza apportata alla discussione dei tuoi interventi.
    augurandoci ovviamente che sia l'ultimo di questo genere.

    RispondiElimina
  17. Ma dai, non prendertela, sono gli stessi che sberleffano sogghignando e nascondendosi a vicenda tra le loro facce da schiaffi i Memmo con i suoi cani e tutti coloro cui la natura non è stata cortese.
    Li ho ascoltati personalmente, seduto accanto a loro ma in disparte fuori dal bar di Leo in estate.
    E pensare che se ne prendi uno ad uno ed una ad una, li ascolti, li registri e poi li riproduci, c'è da vergognarsi dichiarare essere di Magliano.
    Qualche nome? Ancora una volta e vedrete.

    Ab uno disce omnis.
    "Da uno capisci come sono tutti"

    RispondiElimina
  18. Chiedo scusa,ma debbo replicare.
    Ora che i laureati in lettere e filosofia, nonchè maestri della lingua italiana si sono sfogati avventurandosi a correggere gli scritti altrui, pongo in essere alcune precisazioni, le quali, si sarebbero potute evitare, qual'ora il livello culturale dei suddetti fosse almeno pari alla sufficienza.
    Per quanto rigurda il termine RIECHEGGIARE , il vocabolario ZIMGARELLI recita così
    : RIECHEGGIARE = RESTITUIRE L'ECO -
    ECHEGGIARE = AVERE LA RISONANZA DELL'ECO.
    Proprio così, il Sindaco nel Suo modo di fare politica ha ricercato sepre l'eco, la risonanza delle cose da Lui fatte.
    Ci ricordiamo quanti manifesti egli ha stilato e diffuso durante i 10 anni di opposizione alla giunta Lini? Ci ricordiamo quante pagine di giornale sono state scritte dalla all'ora minoranza per denuncie in procura su temi amministrativi che poi sono stati archiviati?
    In ultimo quanto eco e risonanza ha voluto avere il Sindaco sulla questione dell'ospedale, organizzando i consigli comunali in piazza,e ancora, chiamando il TG 3 per le manifestazioni da Esso organizzate e deviando altrove la stessa TG 3 per le manifestazioni organizzate da altri! Anzichè contestare gli errori di battitutra perchè non vi soffermate sulla politica? La risposta è semlice , perche la politica non la sapete fare!

    RispondiElimina
  19. repetita iuvant8 febbraio 2011 15:01

    qual'ora si scrive qualora
    all'ora si scrive allora
    ZIMGARELLI si scrive ZINGARELLI
    Esso é una compagnia petrolifera
    il tg3 é maschile o femminile?
    Gli errori di battitura sono diversi dal buon uso della grammatica

    RispondiElimina
  20. grazie consigliere falcetta

    RispondiElimina
  21. Consijere che? fargetta? ma quello cor martello e la stelletta?
    Ma nun è per caso er fio der fio der fio der gerarchetto, quello che sortia n'der la bocca, cor libbro e cor moschetto se fa n'fascista perfetto?

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione