giovedì 24 febbraio 2011

Il TAR Boccia il ricorso di Magliano: per l'ospedale è davvero finita

Diamo la notizia della decisione del TAR del Lazio in merito al ricorso presentato da Magliano Sabina e illustrato dall'avvocato Vepaziani. Purtroppo la decisione del TAR è perentoria e condanna alla chiusura il Marzio Marini.
E' una sconfitta amara per tutti noi, è la sconfitta di un intero territorio.
Di seguito riportiamo per intero il testo emanato nel pomeriggio di oggi dal Tribunale Amministrativo, in cui è possibile leggere le motivazioni della bocciatura.


26 commenti:

  1. CAMBIA IMMEDIATAMENTE QUEL TITOLO.
    PER MAGLIANO NON E' FINITA, SARA' FINITA PER QUALCHE MAGLIANESE, FORSE IL PRIMO..., RESPONSABILE DI TUTTO QUESTO.
    SPERO SARA' INVECE IL GIORNO DELLA RISCOSSA E CERTO, DIPENDERÀ' TUTTO DA NOI, NOI PARTITO DEMOCRATICO VOGLIO DIRE.

    RispondiElimina
  2. Nessuno mai ci ha regalato diritti, questi ce li siamo dovuti conquistare anche con il sangue e chi proverà a farci tornare indietro avrà a che fare con gente che ancora ha se non nella forza fisica, nella determinazione di far capire a questa schifosa fascista della Polverini di che pasta son fatti i Maglianesi, quelli veri!!!
    Si vada a ripassare un poco di storia di questa gente.
    a presto.

    RispondiElimina
  3. tranquillo "casper", ora ci penserà quel grand'uomo di festuccia (amico di gianani e del vostro partito)esattamente come ha fatto fino ad ora su indicazioni del centro-sinistra.

    RispondiElimina
  4. Finora c'ha pensato l'assessore megalattico! Ve lo ricordate la sera che lui (lui!) dall'alto della sue conoscenze enciclopediche di diritto amministrativo spiegava (sic!) il ricorso ai maglianesi? Chiunque abbia aperto o almeno sfogliato un libretto di scuola della materia arrivava a capire che una decisione sul merito, perdipiù cautelare, contro un provvedimento di un commissario che ha pieni poteri legislativi era pura utopia. Ma c'è lui che capisce. E i risultati si vedono tutti. Se esistono i libri un motivo ci sarà. Peccato che in Italia non si premia il merito. E i risultati si vedono anche in questo caso.

    RispondiElimina
  5. C'è ancora qualcuno che ci scherza su beato lui.
    Qui c'è da piangere caro solito imbecille perché forse ancora non te ne rendi conto.
    Mi hanno riferito che due casi di parto cesareo effettuati a Terni e Narni su due puerpere nostre vicine, i loro bambini si trovano a Perugia, loro nei rispettivi ospedali; senza ricordare di quella paziente che si ritrovò all'ospedale di Tivoli.
    Questa terra si sta rivelando sempre più ostile ed insicura, la vogliono trasformare in deserto e se non ci si convince che il problema non è tanto Rieti, ma dell'intera sanità pubblica nazionale, Forse non ci si rende conto ancora che ci stanno togliendo tutto e per tutto intendo proprio tutto; sanità, scuola, pensioni, trasporti e queste merde di berlusconi, tremonti, bossi, maroni, cicchitto, gasparri, la russa ce li ritroviamo giornalmente sugli schermi TV come fossero ballerine.
    Occorre per chi non vuole capire, una nuova resistenza, una rivoluzione sociale che rimetta al loro posto il sistema, quello che si basa sulla reciproca solidarietà, sulla giustizia sociale che chi più ha più paga e non la rincorsa sfrenata alla diligenza ed il suo bottino, un bottino pubblico che questi banditi vogliono rubarci.

    RispondiElimina
  6. complimenti a questa gente che sta' amministrando la fine di Magliano

    RispondiElimina
  7. una cittadina maglianese25 febbraio 2011 07:09

    all'anonimo delle ore 20:07
    vedi anonimo siamo ad aspettare che il SINDACO pensi di risolvere questa situazione visto che è amico di Cicchetti Polverini e Cicolani ,loro si che ci danno una garanzia (vedi video Cicchetti).Non dovresti ne anche parlare dopo che il tuo "padrone" ha portato a casa un bel "NO"dal Tar.Siete, come sempre, pronti ad attaccarvi a cose che hanno una verità ben diversa da come la raccontate voi.Siete vergognosi siete riusciti a distruggere anche l'ultima speranza che noi maglianesi avevamo.....ora mirate la fontana che solo quella siete riusciti a costruire

    RispondiElimina
  8. mentre il tar si pronunciava lui stava in piazza a guardare la sua opera! altro che ospedale a questi non je ne frega niente

    RispondiElimina
  9. sempre più indignato25 febbraio 2011 09:23

    tanto ci sono i suoi referenti"cicchetti e cicolani" che pensano al nostro ospedale!!!!!loro il tempo lo trascorrono in maniera più fruttuosa"ascoltare la gente cosa dice sul loro conto e se hanno riacquistato credibilità".

    SEMPRE PIU' INDIGNATO

    RispondiElimina
  10. Joseph Vissarionovich Stalin25 febbraio 2011 10:14

    Coraggio compagni. festuccia continuerà a tenerlo in vita come ha fatto fino ad ora. Noi compagni sappiamo quello che facciamo e con la sua nomina porteremo a compimento il progetto. se lo hanno nominato i fascisti un motivo ci darà e io dei compagni mi fido ciecamente.

    RispondiElimina
  11. se lo hanno nominato i fascisti come te,allora è la dimostrazione che tu e i tuoi camerati non capite un c...o .Non venire a prendere in giro con le stupidaggini solo perchè siete stati feriti nell'amor proprio tutto questo tempo, ancora ci sono tante altre cose che vi faranno male.

    RispondiElimina
  12. leggendo i commenti di questo blog sulla decisione del t.a.r. è inequivocabile la vostra felicita' ma nn x la decisione del tribunale ma x gioire della sconfitta dell'amministrazione e crocifeggere il sindaco.Perche' parliamoci chiaro a voi della gravita' della cosa nn vi interessa a voi nn interessa il bene del paese a voi interessa solo attaccare il sindaco magra consolazione x un partito che aspira a governare il paese ...mi dispiace ma dissento nettamente da questo modo di far politica questa e solo ipocrisia.

    RispondiElimina
  13. Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma non sono sicuro della prima

    RispondiElimina
  14. Mai discutere con un cretino. Gli altri potrebbero non accorgersi della differenza x l'anonimo 12:08

    RispondiElimina
  15. c'è una tale rabbia per quello che ha detto l'anonimo delle ore 12:08,che non merita risposta se pensa che chi non è linea con le idee del sindaco possa essere contento che non avremmo piu l'ospedale, è pura follia ciò che hai detto. se ci sono degli attacchi a voi e al sindaco chiediti perchè e non metterti in cattedra a giudicare chi ha cuore questo paese in maniera disinteressata e soprattutto onesta.

    RispondiElimina
  16. altro che stalin25 febbraio 2011 14:19

    Sinceramente non è più "stalin" a capire.

    C'è una signora che con le promesse di mantenere aperto un ospedale si è preso una barca di voti ed è stata eletta.

    Insieme a questa signora, tutti i vari notabili del centro destra tra cui un certo signor Cicchetti, si pronunciavano d'accordo con essa.

    Il primo "atto" di questa signora è stato il decreto 80 che imponeva la chiusura di quell'ospedale che lei stessa aveva promesso la non chiusura.

    C'è stato e c'è un sindaco che docile come un agnellino si è sottomesso al volere di questi signori e signora fin dal principio, fin dal giorno cioè che permise di fare sventolare la bandiera del pdl dal balcone del comune.

    C'è un sindaco che credendo in lui stesso come uno psicopatico, ha voluto sempre tenere i piedi in tre staffe fino al giorno che si è letteralmente smarrito, impicciato direbbero i suoi compaesani.

    Si è prima avvicinato a coloro che sarebbero dovuti essere gli alleati (sindaci del territorio, tutta la provincia di Rieti, la minoranza di questa amministrazione), poi invece, visto l'inefficacia della sua strategia, con colpi di testa ha voluto inscenare tutta una serie di estemporanee iniziative quali il digiuno, le marce, il referendum, il ricorso al TAR e per ultimo, tra pochi giorni, un incontro informale con quelli che lo hanno fino ad oggi trombato.

    Allora cosa centra Stalin in tutto questo? si ha la spudoratezza di giocarci ancora con un problema di questa portata?
    Adesso l'agnellino verrà sacrificato in prossimità della Pasqua scannato dai lupi suoi camerati.
    Fuggi prima dammi retta, altrimenti i sacrifici per te saranno ben altri e non ci saranno fontane da inaugurare.

    RispondiElimina
  17. nn citare le frasi di altri (A. EINSTEIN)usa le tue se ne hai ...altrimenti taci fai piu' bella figura...x l'anonimo delle 13.35.

    RispondiElimina
  18. nessuno dubita dell'onesta delle persone almeno spero..ma scorrendo i link di questo blog emerge solo e sempre la stessa minestra..poi x di piu' la chiusura del nostro nosocomio va ricercata molto ma molto indietro.e se è vero come è vero che avete governato fino a ieri state zitti nn cavalcate battaglie xche voi siete gli alleati dei distruttori dell'ospedale..

    RispondiElimina
  19. Non c'è più sordo di chi non vuol sentire e tu lo sei a quanto constato.
    Il commissario ad acta Montino il NOSTRO OSPEDALE lo salvò accettando la nostra proposta, quella cioè del mantenimento del Pronto Soccorso, day Hospital, 40 posti letto di cui 20 per acuti, tutti i poliambulatori.
    Le sale operatorie nuove furono realizzate con una visione futura del nostro ospedale e della sanità reatina con un progetto di miglioramento con una specializzazione quale l'ortopedia.
    Ti ci entra inte a capa?
    Ed è inutile che torni continuamente qui per riproporre le tue idee malsane.
    Soltatnto una cosa ti rimane da fare, dimetterti insieme al sindaco come gli proposi qualche mese fa.
    Avete totalmente fallito e quando uno fallisce chiude.

    RispondiElimina
  20. Ma fatela finita. State diventando patetici. State negando l'evidenza. Quindici mesi fa parlavamo di sale operatorie, posti di subintensiva e servizi h24. Oggi si chiude. Solo chi è accecato da un pregiudizio non può vedere questa lampante realtà. L'offerte di aiuto al sindaco non sono mancate. L'ultima è stata quella di Melilli. Lui e i suoi "scienziati" hanno deciso di fare da soli. Ora che è andato tutto male non vorrete mica dividere le responsabilità? In presenza di politici o persone serie non si dovrebbe discutere: la via dovrebbe essere solo una. La più dura ma anche la più onesta intellettualmente. Tuttavia se non la capiscono aspettiamo qualche settimana poi la voce del popolo arriverà forte e chiara.

    RispondiElimina
  21. Carlo tranquillo. Ci sono gli atti che parlano da soli. Come i verbali della commissione sanità del 2009 con il membro di Rinnovamento Democratico che chiedeva una protesta contro la Asl di centrosinistra (mica come loro che Cicchetti non lo possono toccare) e i due membri di maggioranza che gli dicevano che sbagliava i tempi. A proposito. Qualcuno sa che fine ha fatto Gatti? In teoria è il presidente della commissione sanità! Ah, dimenticavo. Pensa a tutto l'assessore megalattico. E si vede. Grazie assessore.

    RispondiElimina
  22. Basta coi preti26 febbraio 2011 00:31

    Ma l'avete letto il pistolotto del pretino su Sabinamente? Ci chiudono l'ospedale, secondo lui per intercessione divisa (non sarà stata la Polverini che te sei votato, no?), e bisogna pensare al biogas! La risposta potrebbe essere un suono molto simile. Emette gas pure quello.

    RispondiElimina
  23. E' grande questa pernacchia, l'ho sentita pure io che abito a nord ovest.
    Io veramente oltre Gatti non vedo più la Berni.
    Ma c'è il mega assessore, ghe pensa lu.

    RispondiElimina
  24. io nn voglio risp alle tue sterili esternazioni sn fondate su un ipocrisia pregiudiziale sai di mentire quando citi cosa avete fatto x l'ospedale perche nn avete fatto un bel cazzo di niente e lo sai benissimo.Solo farneticazioni proposte indecenti vedi la camera sub-intensiva..e 2 sale operatorie metti i piedi x terra ...e se vuoi veramente aiutare la comunita' fatti da parte..

    RispondiElimina
  25. Ma chi si dovrebbe fare da parte! il tuo sindaco forse, il tuo assessore, perché son rimasti solo loro due e se non si sbrigano ad alzare le chiappe da quelle sedie qualcuno glie le farà alzare a suon di calci nel sedere.
    Ma ancora sono quà? ma ancora non si rendono conto del casino che hanno fatto e continuano a fare?
    Il manifesto dei verdi è ben poca cosa rispetto a tanto altro.
    Se non sbaglio cominciò aprile a chiedere le dimissioni del sindaco, se lo avesse fatto non saremmo giunti adesso a questo punto; poi adesso i verdi e tra poco una mozione di sfiducia da parte della minoranza.
    Il tutto, per incapacità ed inadempienza a svolgere il proprio ruolo di amministratori.
    Ma leggete i cartelli AFFITTASI E VENDESI? provate ad andare in qualche agenzia immobiliare e ve ne renderete conto.
    Se non se ne vanno distruggeranno totalmente l'economia di questo paese; quelli che ancora resistono tipo i coltivatori diretti, si sono rotti i cog...i perché non si riesce ad investire; sanno fare solo le fontanelle ha detto qualcuno, ed è vero.
    Viaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  26. C'era un tizio che per convincersi di avere ragione continuava a ripeterselo mentre contemporaneamente sbatteva la testa su di un ceppo; la finale fu che si fracassò completamente il cervello e li si stese.

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione