sabato 26 marzo 2011

Ospedale: riapertura all'interno del decreto 80


Questa volta è stata quella buona: finalmente, dopo numerosi rinvii, il sindaco Graziani, accompagnato dal senatore Cicolani (come ampiamente annunciato) e dall'assessore Eleonora Berni (invitata probabilmente dal senatore Cicolani al posto del presidente Melilli), ha incontrato la Presidente Polverini per discutere, a 6 giorni dal termine ultimo, del destino dell'ospedale Marzio Marini.
Il colloquio, ha permesso al sindaco Graziani di aprire un confronto con gli stessi tecnici che fecero visita mesi fa al Marini, previsto per lunedì 28 marzo alle ore 16.00.
Pur dimostrando una certa apertura la Polverini sembra intenzionata a riconsiderare qualcosa del Decreto 80 per il nostro nosocomio.
Tutto ciò ci fa riflettere: sono dunque ormai tramontate definitivamente le speranze di poter ottenere i 20 posti letto e il pronto soccorso, che lo ricordiamo, non sono previsti dal decreto 80?
Una cosa è certa: all'ospedale, purtroppo, continua nel frattempo l'amara dismissione.

5 commenti:

  1. pori noi che finaccia27 marzo 2011 21:31

    attenzione perchè il sindaco lo ha dichiarato. piuttosto che niente meglio prendere qualcosa. allora è vero che ci stanno preparando per l'accontentino dell'ultimo secondo. ma la domanda è, visto che domani il sindaco incontra i tecnici, e con loro dovrà trattare disperatamente, con quali figure tecniche si presenterà? con il senatore? con la berni? o con il desaparecidos gatti? o quello non convoca nemmeno le commissioni preposte, non se vede più nemmeno in giro, figurateve voi se gli frega dell'ospedale. insomma quando il sindaco porterà a casa il famoso accontentino allora ci ammazzeremo nel battere le mani e grideremo vittoria. ma intanto rimanerremo senza pronto soccorso. grazie sindaco, sei andato da una sponda all'altra con ambiguità, sei andato a trattare con gli squali senza una cognizione di causa e partendo al ribasso. visto che c'eri potevi anche calarti le braghe e offrire una sigaretta alla polverini.

    RispondiElimina
  2. Pasquino 200928 marzo 2011 06:39

    Sarà l’ora che Pasquino
    torni a dì come la penza
    che co’ tutto ‘sto casino
    che te rasa l’indecenza.

    CATTIVI CONSIJERI FORESTIERI

    La Vorpe e er Gatto fecero un dì un patto
    p’annasse a fa’ er saccheggio d’un villaggio.
    “Nnamo.” Fece la Vorpe. “Su coraggio!“
    “Va bene, 'nnamo “ J’arispose er Gatto.

    S'incamminorno p'arivà sur Colle
    e s’anco forestieri e senza doti,
    a barba de l'indiggeni un po' idioti,
    divennero quarcuno e come volle

    er destino, ner giro de quarch'anno,
    consijanno i capoccia co' destrezza,
    je feceno ar villaggio tanto danno.

    S’arivasse 'na Fata in toga nera,
    che pe' daje a Pinocchio la sarvezza,
    portasse Gatto e Vorpe, via, in galera!

    RispondiElimina
  3. Ma i 20 posti di riabilitazione ,non erano gia stati promessi da Gianani alla delegazione del COMITATO il 27/01/2011??.
    Quindi se il sindaco verrà con tale risultato non avrà nulla di nuovo in mano.Allora mi chiedo perchè tanto rumore per poi avere ciò che ci è stato promesso 3mesi fa?
    La polverini ,per darci il pronto soccorso dovra cambiare il decreto 80,a 3giorni dalla chiusura dell'ospedale(gia in parte smantellato), sarà ma io non ne sono poi così convinto che possa accadere!!La mia impressione è che il sindaco e noi maglianesi saremmo di nuovo presi per i fondelli.
    Ci rimane una sola cosa, consolarci con i ricordi:
    -1941 inaugurazione dell'ospedale tolta la fontana -
    2011 inaugurazione della fontana tolto l'ospedale-

    CONTENTI?

    Grazie sindaco, per la sua politica da4 soldi, risultati peggiori non potevamo avere!

    RispondiElimina
  4. Ogni volta che leggo alcuni commenti sull'andamento dell'amministrazione, intravvedo una una sorta di fatalismo, come se questa condanna, quella di averci dato questo sindaco ed il suo compare, ce l'avesse mandata il cielo.
    No miei cari, questa condanna ce l'hanno mandata 1600 anime di questo paese con il loro voto, fidandosi in buona fede delle menzogne da loro diffuse negli anni; una buona metà di queste anime se la sono giocata e persa. Un partito come il nostro, una minoranza da questo partito espressa, son si deve fatalmente adeguare e deve avere il coraggio, perché questo gli deriva da un diritto/dovere in questo caso, quello di chiedere le dimissioni di questo o questi personaggi affinché non creino ulteriori danni.
    Ma non ci si accorge che stanno portando Magliano alla deriva?
    Ma cosa debbono combinare ancora per rendersene conto!?
    Vogliamo fare un elenco? Tra i fogli spillati trovati l'altra sera in sezione, ce n'èra uno che elencava tutti i danni fatti da questa amministrazione in due anni e non ancora riparati, bene, cosa vogliamo proporre ai cittadini se questi non assolvono ai loro impegni? ce li vogliamo tenere ancora per tre anni? Ma santo dio non se ne andranno certo, ma almeno ci si assuma la responsabilità di indicargli quale sia la strada, quella della porta d'uscita.

    RispondiElimina
  5. figure tecniche :la Berni?! ma se quella di tecnico ha solo la televisione,che gli racconta che programmi trasmette canale5?

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione