giovedì 3 marzo 2011

Regione, Montino - Perilli (PD): "Referendum Magliano Sabina frutto malgoverno PdL"

"È fissato per il 15 maggio il referendum per il distacco del comune di Magliano Sabina dal Lazio e la sua aggregazione all'Umbria. È indubbio che dietro questa scelta di chiedere il referendum operata dal Sindaco di Magliano ci sia un chiaro tentativo di creare confusione al fine di coprire responsabilità precise del centrodestra".
E' quanto dichiarano in una nota congiunta Esterino Montino, Capogruppo PD alla Regione Lazio e Mario Perilli, Consigliere PD alla Regione Lazio.

"Il Partito Democratico di questa Regione - proseguono Montino e Perilli - è da sempre contrario ad ogni ipotesi di secessione. Magliano è una realtà storicamente importante per la Provincia di Rieti e per tutta la nostra Regione. Certo è che la volontà unilaterale della Regione di chiudere l'ospedale Marzio Marini avvenuta senza una straccio di concertazione come pure la scelta di chiudere la sede dello sportello agricolo è vissuta dalle persone che vivono in quei territori come un abbandono e un disinteresse dell’Istituzione nei loro confronti.

Non vorremmo ora che l’incapacità e l’imperizia del Pdl dia il via alla disgregazione della Regione Lazio. Il Partito Democratico vigilerà perché ciò non avvenga" - concludono Montino e Perilli.

5 commenti:

  1. il sindaco ha tutti contro da cicolani che non voleva il referendum al pd. dagli agricoltori di magliano ai lavoratori lsu. ma un dubbio sindaco gli è venuto? che forse avrà sbagliato a lanciare il referendum?
    ha dato troppo retta a ruggeri che ormai era bruciato in provincia e cercava di scappare. ha fatto male poteva dare ascolto a quei geni del pdl e dell'udc. buoni a fa le coalizioni ma incapaci a gestire il comune ecco perchè in 60 anni non avevano mai vinto

    RispondiElimina
  2. Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino4 marzo 2011 00:54

    Non mi sento di assolvere Graziani, lui era il LEADER di Magliano Insieme; lui ha guidato per 12 anni questa formazione che ha fatto dell'eversione il suo credo politico.
    Non si possono dimenticare certi episodi di violenta contestazione alla allora amministrazione di centro sinistra con particolare riferimento ad alcuni componenti di essa.
    Conoscete tutti quel proverbio: Chi semina vento raccoglie tempesta, ed ora sta raccogliendo questa.

    RispondiElimina
  3. Si ma la fregatura e' che la tempesta si scaglia di nuovo contro questo paese gia' martoriato e arretrato per colpa di chi fa' ancora una volta della politica vanto e inconcretezza.
    Come? Ah Gia! Abbiamo la fontana !
    Ma per favore!

    RispondiElimina
  4. non solo la fontana: hanno organizzato anche il carnevale. Ci devono spiegare domani e dopodomani cosa si festeggiano? cianno tutta sta voglia de ride?
    O vogliono distogliere l'attenzione della gente?

    RispondiElimina
  5. Ci sarà una sorpresa vedrete.

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione