martedì 5 aprile 2011

Assemblea pubblica per il fronte Ospedale


Ad oggi è previsto un incontro tra il sindaco Graziani e i tecnici regionali per discutere nuovamente sulla questione della chiusura del Marzio Marini. Ricordiamo che le trattative intavolate da questa maggioranza con gli esperti della Polverini sono volti a strappare qualcosa, come ammesso dallo stesso sindaco nei giorni scorsi sulle pagine dei quotidiani locali, pur rimanendo, purtroppo per noi, all'interno del decreto 80 che di fatto azzera il pronto soccorso del Marini.

Ci aguriamo che le trattative continuino, con la speranza di giungere ad un risultato positivo. Nel frattempo però, davanti il più completo disinteresse sia della maggior parte della popolazione sia di questa amministrazione, alcuni giorni fa sono state cambiate le insegne presso l'ospedale, nel rispetto del piano di riconversione, è stato dato avvio alla dismissione del pronto soccorso trasformatosi in punto di primo interventoclicca qui per capire cosa è un punto di primo intervento(come ampiamente annunciato attraverso una circolare interna del 15 marzo recapitata anche al sindaco Graziani) ed è iniziata la mobilità del personale ospedaliero.

Domani pomeriggio alle ore 18.00 presso il Teatro Manlio, finalmente, questa maggioranza, e non l'amministrazione tutta, ha indetto un'assemblea pubblica per fare il punto della situazione sugli ultimi avvenimenti, e forse per chiarire le idee a quanti ancora non sanno quali siano le reali condizioni dell'ospedale di Magliano.

L'appello che facciamo dunque è quello di partecipare il più numerosi possibili, per continuare la battaglia in difesa di un diritto costituzionale che ci viene negato.

4 commenti:

  1. sarò in lista alle prox?5 aprile 2011 23:20

    bene bene!!! "come è nostro solito fare informiamo i cittadini"...??????????????????????
    ma quando? ma dove? ma come? ah dimenticavo "io non vivo in questo paese..."
    vediamo un po' se ho capito però cosa sta succedendo,allora, unica cosa certa è che il marzio marini ha chiuso. per il commentatore del sempre più comico blog m.i., al punto di primo intervento(non più pronto soccorso come lo chiami tu) i medici ospedalieri ci sono sino a quando i reparti non saranno totalmente dismessi...così come le sale operatorie, poi commentatore poco informato, lasceranno il posto a chi nel decreto è previsto debba gestire il P.P.I.come indica dal 1 aprile la cartellonistica che ha sostituito quella precedente. il moderatore di quel blog dovrebbe evitare di pubblicare questi commenti che ancora una volta confondono le idee di chi dovrebbe aver avuto,invece , tutte le informazioni inerenti al cambiamento, non si fanno più ricoveri dal 1 di aprile...vogliamo "aspettare le decisioni dei tecnici o vogliamo veramente salvaguardare la salute dei cittadini "confusi"??
    tornando a bomba, quindi, aspetteremo che i tecnici valutino la situazione e le proposte della amministrazione, poi la proposta andrà al ministero dell'economia che vagliando la possibilità di modifica del decreto, apporterà delle modifiche allo stesso....!!???
    peccato che nel frattempo nel presidio A.U.S.L.(così si chiama ora caro commentatore...) stanno cambiando radicalmente le cose,tutto, i pazienti vengono già trasferiti a rieti ed il personale è già stato messo in mobilità e tra non più di qualche giorno sarà assegnato ad altro servizio nella struttura centrale. chissà? poi forse rimetteranno la cartellonistica di prima ed il personale sarà rimandato nella sede "maglianese" di appartenenza, e la polverini dirà che è stato tutto uno scherzo??
    ormai credo che qualsiasi cosa si possa ottenere da queste trattative servirà solo a salvare la faccia di qualcuno, se poi servisse invece alle esigenze del territorio mi piacerebbe ammettere di aver sbagliato...ma il cambiamento ormai, credo non sia più credibile.
    anticipo i dispensatori di giudizi, non sono una comunista disfattista, di offese e di ingiurie ne abbiamo ricevute fin troppe, dimostrate che quello che ho appena commentato non corrisponde a realtà,
    la verità rossa o nera è sempre verità...
    stavolta è rossa

    grazie "casper" non mi ero accorta della tua "protezione"

    RispondiElimina
  2. figuracciaccia6 aprile 2011 09:07

    quando il sindaco lini andò a trattare con marrazzo e con i tecnici regionali tornò a magliano con un documento firmato.
    capite la differenza con il sindaco graziani?
    quale documento avrebbe il sindaco per affermare quello che afferma tutti i giorni sul giornale?

    la politica se lo è bevuto, e siccome è troppo preoccupato di dover far credere ai maglianesi di essere sopra la politica e a dimostrare ai veri politici di centrodestra di essere dalla loro parte ecco quali sono i danni che combina.

    RispondiElimina
  3. Allora oggi mie care amiche e cari amici, andiamo alla assemblea pubblica e pubblicamente diciamo queste cose quì lette; è ora che si cominci ad assumersi maggiore autostima e coraggio e se qualche assessore da in escandescense, c'è sempre la forza pubblica.
    E vorrei vedere su quel palco dove siedono le "autorità"... ci fossero pure il resto della amministrazione, quella di minoranza; e che si dia la possibilità a chi vuole di intervenire e ascoltare in silenzio senza interrompere; hai capito sindaco? hai capito 3P? hai capito Pagliani?

    RispondiElimina
  4. SE OGGI QUESTE TRE PERSONE FANNO LE FACCETTE ........ CI FAREMO SENTIRE!

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione