venerdì 1 aprile 2011

Ecco come con due toppe chiude l'ospedale Marzio Marini











17 commenti:

  1. Questo non è un "pesce d'aprile",abbiamo perso DEFINITIVAMENTE il nostro ospedale

    Continuate voi(sindaco ass.Berni e tutta la maggioranza) a sperare perchè:chi vive sperando disperato muore
    GRAZIE!!!!!

    RispondiElimina
  2. FINAMOLA ADESSO CON QUESTA STORIA! VA BENE COSI E TANTI MAGLIANESI MERITANO QUESTO E ALTRO, A ME SINCERAMENTE MORIRE A 70 ANNI COME 80 LA VITA NON MI SI CAMBIEREBBE, MA PENSO A TANTISSIMI GIOVANI, TANTISSIMI BAMBINI, TANTISSIME GIOVANI FAMIGLIE.
    QUESTA E' UNA SCONFITTA NON DI QUESTO O QUEL PARTITO, QUESTA E' UNA SONFITTA DELLA CIVILTA' UN RITORNO INDIETRO DI 100 ANNI, UN RITORNO INDIETRO DRAMMATICO E IN TUTTO QUESTO SI INSERISCE IL SILENZIO DEI PIU', DI COLORO CHE INTERESSA DI PIU'.
    CI STANNO SOTTRAENDO DA SOTTO AL NASO UN OSPEDALE E SEMBRA GUARDARE IL TUTTO CON CURIOSITA'.
    MA DOVE SONO I LAVORATORI DI QUELLA STRUTTURA!!! RICORDO QUANDO CHIUSERO IL S. GIACOMO A ROMA, RICORDO L'OCCUPAZIONE DI QUELL'OSPEDALE.
    PERCHE' NON SI OCCUPA IL MARINI!!! VI/CI STANNO SCIPPANDO LA SALUTE, IL LAVORO, LO SVILUPPO DA SOTTO IL NASO E NON SI FA NULLA?
    TOGLI QUELLE FOTO E METTINE UNA CON SU SCRITTO MOBILITAZIONE GENERALE, TUTTI ALL'OSPEDALE, TUTTI A DORMIRE IN OSPEDALE FINO A CHE NON ARRIVA LA POLIZIA A TIRARCI FUORI.
    MA NO INVECE, C'E' L'WEEK END DI MEZZO.
    E ALLORA VA BENE COSI', MA BASTA PIANGERCI ADDOSSO PERCHE L'AZIONE SI FA O SI TACE.

    RispondiElimina
  3. giacinta vittori1 aprile 2011 14:05

    ‎...no comment...

    RispondiElimina
  4. infermiera incazzata1 aprile 2011 14:08

    e dopo ........che cosa si puo ottene con una azione di forza?non ti sembra che sia troppo tardi per manifestare il disaccordo,era da dover agire prima e non aspettare gli appuntamenti della polverini. Oggi si chiude un capitolo triste di magliano e il sindaco dov'era?non c'era nessuno a manifestare davanti all'ospedale questa mattina ,e pure si sapeva che il 1 aprile accadeva tutto ciò.Stiamo ancora ad aspettare che i tecnici diano la loro risposta signor sindaco?non le bastano i fatti?si faccia una passeggiata verso l'ospedale e vedrà che non c'è piu la scritta "Ospedale Marzio Marini " e" Pronto Soccorso"ecco le risposte dei suoi tecnici signor SINDACO!

    RispondiElimina
  5. E ORA ........CHIAMATELE SE VOLETE .......SPERANZE



    GRAZIE

    RispondiElimina
  6. Non è mai troppo tardi infermiera, e non è la solita frase fatta la mia.
    Quando si verifica una sottrazione di beni in casa tua li difendi fino all'estremo, o no!
    Un partito insisto non si deve MAI rassegnare, così come fanno i sindacati ed in particolare la CGIL.
    Quanti maglianesi hanno risposto all'invito di questo sindacato per manifestare domani!?
    Neanche questo partito nonostante le mie sollecitazioni ci è riuscito disimpegnandosi.
    Chi ha la pancia piena se ne stia pure davanti al televisore e non rompa i coglio... agli altri che non possono farlo.
    Cosa si aspettano tutti quei compagni e simpatizzanti che erano presenti all'assemblea ve lo chiedete? ce lo chiediamo? Si pensa possano essere sufficienti belle parole e relativo bello spettacolo?
    Occorre l'AZIONE e in questo caso continua e sensa sosta.
    Altro che, anche se utili, esporre fotografie testimonianza di una sconfitta.
    Scusa, ma io son fatto così, è più forte di me.

    RispondiElimina
  7. ed è la dimostrazione che in questo partito non ci sono pecore ma ci si confronta e si esprimono opinioni liberamente, anche se a volte contrastanti ma sempre in linea e mai in antitesi.
    Si impari, imparino quelli sedicenti nuovi, si cresce se ci si confronta e non chiudendosi e nascondendosi.

    RispondiElimina
  8. Basta!è ora di scendere in piazza e farsi sentire non sfoghiamoci più sul blog andiamo in piazza questa sera...sentiamoci telefonicamente !

    RispondiElimina
  9. è uno sconforto inaudito. si sente ancora parlare di manifestazioni. ma con quale forza? la gente stamattina dove era? non c'era nessuno come non c'è mai stato nessuno nelle altre manifestazioni. in più il primo cittadino che in tutti gli altri paesi si è messo in testa ai cortei e alle battaglie, qui da noi invece passa le sue giornate seduto in piazza con tutta la sua combriccola. sui giornali dice che non farà manifestazioni con la speranza di ottenere dai tecnici cosa? sindaco, o vicesindaco, sempre se vale qualcosa, ci volete spiegare cosa pensate di ottenere da questa trattativa???????????????????? fino a adesso non lo avete detto allora spiegateci perchè qui la gente ormai è stanca e vuole sapere cosa state combinando oltre alle chiacchiere davanti al bar. adesso basta, chiude l'ospedale e magliano muore. non ho votato anche io questa amministrazione per veder chiudere magliano. e comincio seriamente a pensare che ho fatto male a dare fiducia a voi.
    mi firmo anche perchè non ho paura di dire chi sono.

    annarita

    RispondiElimina
  10. pijamocelanderkulo1 aprile 2011 18:23

    Adesso siamo apposto. Fine dei giochi.
    Addio (arrivederci?!?) Marzio Marini.

    RispondiElimina
  11. andrea ballanti1 aprile 2011 18:28

    Ora forse davvero tanta gente capira' cosa abbiamo ,per tanto tempo gridato con rabbia preoccupazione e passione...ora forse sara' per molti tutto piu' evidente...ora aime' la gente arrivera' di fronte a quello che era "il nostro ospedale" e trovera' chiuso...potra' osservare solo cio' che resta che ,ovviamente,non si potra' piu' considerare un ospedale...Ora si' ora...ma ora e' come spesso capita ...troppo tardi...!!! ...Quanta rabbia e quanta amarezza...

    RispondiElimina
  12. impressionato dalla rapidità di cambio insegne che efficenza!!!
    Allora qualcosa di buono la nostra cara Renata riesce a fare.
    Cmq tolte le promesse elettorali alle quali molti hanno abboccato per il resto è stata di parola. ospedale chiuso: fatto!!
    Alla faccia di chi non crede più nella politica.

    RispondiElimina
  13. isabella di marco1 aprile 2011 19:14

    non ho la forza neanche di dire una parola.........ho avuto solo tanti brividi e lacrime vedendo che l'insegna di pronto soccorso nn c'era più,ma nn x qst dobbiamo dire è finita,ma ora più che mai dobbiamo combattere x far funzionare bene tutto ciò che è scritto sull'atto aziendale..forza,facciamoci vedere che ancora ci teniamo a noi alla nostra salute e a magliano!!!!!!!!ora più che mai dobbiamo battere i pugni ...coraggio organizziamoci invece di piangerci addosso,nn è ancora finita!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. incazzato nero1 aprile 2011 22:12

    a isabeeee....credi pure te che ancora non è finita????????

    Siamo tutti avviliti per questo situazione,mi correggo forse non tutti,il sindaco con tutta la compagnia era in piazza a ridere farsi l'aperitivo, come di solito fa, con tutta tranquillità(beato lui).Una cosa è vera ,lui è rimasto sempre coerente cioè menefreghista fino alla fine.
    Non ha più senso cercare delle parole per definire queste persone,ho capito che sono delle nullità e come tali vanno trattate.-
    BASTA è FINITA-

    RispondiElimina
  15. isabella di marco1 aprile 2011 22:47

    all'incazzato nero rispondo che io fin dall'inizio nn ha creduto alla pagliacciata che ci saremmo salvati,ma sono stata la prima a dire che nn c'era niente da fare xk nn c'era il volere dall'alto,ma è inutile parlare qnd nn ti vogliono sentire........l'unica cosa è nn dargliela x vinta e far mettere in atto in qst nuovo presidio sanitario ttt quello che ci aspetta!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  16. probabilmente 15 anni fa gli operai che ieri sono venuti a cambiare i cartelli non sarebbero nemmeno scesi dal camion perchè i manifestanti non l'avrebbero permesso. ma sono cambiati i tempi e i sindaci quindi.......

    RispondiElimina
  17. 15 anni fa ..le manifestazioni avvenivano al giglio e che fetore che c'era!..............l'ospedale è lontano dal giglio,poi il frtore non arriva fin là, quindi perchè perdere tempo?????

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione