mercoledì 6 aprile 2011

Ospedale Marini, troppe amarezze e molte illusioni

"No, non sarà e non vuole essere un articolo, voglio che sia invece una semplice correzione e non di poco conto. Non sono le amarezze e le illusioni dei maglianesi, è la sconfitta di una civiltà miei cari de "Il Giornale di Rieti", la sconfitta di un intero popolo, quello di Magliano Sabina, insieme a quello del resto delle province del Lazio, insieme a quello di tutta una intera società. L'èra di un nuovo oscurantismo che prevale su di un moderno e statico rinascimento. Il mercato sullo stato sociale; l'odore dei soldi sull'odore della solidarietà se non tra eguali, almeno tra consimili. L'interesse particolare sugli interessi generali. La politica, questa politica, sulla collettività.

Chiudere un ospedale, una scuola, una linea ferroviaria "ramo secco"; è una grave sconfitta, un segno di lutto per un intero popolo, di una intera società, perché immaginate per un momento: non si udranno più le sirene di ambulanze, la frenesia degli addetti al pronto soccorso quali medici, tecnici, infermieri; famigliari di pazienti in attesa, il possibile ricovero, la fila ai distributori di bevande. Così come in una scuola, non si udranno più il vociare allegro e i pianti dei ragazzi, gli arrivi degli insegnanti, l'ingresso in classe, l'urlo del professore all'asino di turno. Non più lo sferragliare del treno in transito, la fermata alla stazione ed il saliscendi dei pendolari (studenti, insegnanti, operai, impiegati, corrieri), la fila all'edicola, al bar.

È la vita che non scorre più, è la vita che si ferma, è la sconfitta di una intera società civile, è la vittoria di una donna oscurantista che ha votato fedeltà alla morte; perché il danaro, il mercato, i bilanci, i deficit, quando prevalgono sulla centralità dell'essere umano, è morte".

Carlo Gasperini

tratto da "Il Giornale di Rieti"

Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione