sabato 23 aprile 2011

Ritiro referendum - Pagani:"Questa mossa dimostra la vostra superficialità nell'amministrare"


Clicca sulle immagini per leggere gli articoli

21 commenti:

  1. mattia iacobelli23 aprile 2011 14:07

    voglio raccontare un episodio.
    ero a roma qualche giorno fa e mentre stavo preparando una cosa in laboratorio si avvicina il custode del piano e mi chiede incuriosito di dove sia. io rispondo e lui fa:"ah!, io sto 40 km più su di voi"
    "a si? e di dove sei?"
    "morlupo" mi fa lui.
    poi silenzio qualche istante, mi guarda e scoppia a ridere. poi dice:"ma senti un pò, ma che storia è questa del referendum?" sempre ridendo.
    e io senza dare troppe spiegazioni gli faccio:"è una storia strana, prima proposto poi il sindaco ha deciso di ritirarlo".
    e lui ancora ridendo e forse prendendomi anche un pò in giro mi dice:"certo che è proprio una cazzata avete fatto proprio una figuraccia, tanto se andavate in umbria non risolvevate nulla".
    ecco qusto è quanto.
    solo per far capire come gli altri che l'hanno vista da fuori l'hanno interpretata così. ora se mentre qui può esserci qualcuno con dei preconcetti stando a chi accusa, al di fuori è tutto più imparziale e genuino. ecco perchè in quel contesto mi sono vergognato di essere preso in giro come maglianese. se non è questo un danno d'immagine...

    RispondiElimina
  2. "L'ultimo capitolo di questa brutta storia" si scriverà il giorno in cui chiederete le dimissioni di questa giunta neofascista ed i cittadini la rispediranno al mittente.
    Grande invece Giovanni, grande nell'avere esposto lucidamente l'argomento in questione, Grande nell'aver mantenuto i nervi saldi nonostante le provocazioni prima del sindaco, poi dell'assessore microgalattico... dove il sottoscritto, come ha preso il microfono se ne è andato.
    Grande nell'averli lasciati soli, soli così come lo saranno molto di più nel prossimo futuro perché la gente ne ha le tasche piene.
    Povero vicesindaco, neppure la fascia gli hanno fatto indossare durante la processione, in sua vece quella dei servizi sociali.

    RispondiElimina
  3. Assessore(a) ai servizi sociali, sociali de chè che non s'è mai vista alle iniziative per l'ospedale! Ah! e mica poteva andare contro la Polverini: certo un bel dilemma ed il risultato s'è visto: non c'è più l'ospedale...ma è giusto: prima il dovere (politico) e poi il piacere (non specifico come per non essere volgare).

    RispondiElimina
  4. Sono demoralizzata e delusa: io come tanti altri ci siamo fidati ed affidati a chi voleva fare tanto per il bene del nostro paese, del nostro territorio, ma "non basta volere il bene del proprio paese, bisogna saperlo fare"; questa purtroppo è la conclusione alla quale sono giunta in questi ultimi tempi nei quali sto assistendo alla dimotrazione tangibile dell'incpacità amministrativa di chi guida il nostro comune: approssimazione, disinformazione, incompetenza...dilettanti allo sbaraglio, ormai non stiamo più sfiorando il ridicolo, lo abbiamo oltrepassato! E noi cittadini sempre all'oscuro di tutto, ci ridono dietro ed ora anche davanti: "Magliano Insieme", ma quando?! e per che cosa?!

    RispondiElimina
  5. Dico a tutti questi che si lamentano giustamente sui blog che sarebbe ora che aprano completamente gli occhi.
    Non si può perpetuamente lamentarsi senza che nessuno raccolga tali proteste per farne dei provvedimenti che incidano nel voler cambiare radicalmente davvero un determinato andazzo, un andazzo fatto di balletti estemporanei dove al termine tutti in circolo per raccogliere questo o quell'appalauso.
    Giovani ieri ha dimostrato come sia possibile da solo mettere in difficoltà un intero consiglio di improvvisati amministratori.
    Con un gesto coraggioso e clamoroso per Magliano, ha scombussolato il tran tran dei soliti consigli comunali stracolmi di sostanze saporifere.
    Ci sono tutte le condizioni per sfiduciare questo sindaco sempre più autoritario, una autoritarietà derivante non dalle eccelse qualità politico amministrative, ma dall'impudenza nello affrontare avversari in maniera intollerante e fascista.
    Perché tanta subalternità mi chiedo? Credo che il PD locale dovrebbe fare chiarezza sul come condurre l'azione di opposizione a questa maggioranza perché lo vediamo giornalmente che la gente è stanca, stanca ed arrabbiata su tale andazzo perché in questa vergogna viene coinvolta anche la minoranza e questa lo si sa, è espressione in maniera predominante dal PD.

    RispondiElimina
  6. firmato badoglio23 aprile 2011 23:49

    e meno male che qualcuno alza i toni e non vi calcola viva dio...certo che il consigliere pagani ha fatto la sua eccelsa figura ieri io al suo posto mi sarei messo sotto terra..e continuate ancora a starnazzare state zitti vi conviene altrimenti alle prox elezioni prendete solo un pugno di voti naturalmenti il pugno chiuso e alzato ahahahahahahah.....

    RispondiElimina
  7. con indignazione24 aprile 2011 00:52

    Io non ne sarei così orgoglioso di essere dalla parte di chi non ha a cuore i cittadini , ti dico che la sua bella figura l'ha proprio fatta "la prima autorità sanitaria" (il sindaco).Quando un cittadino si rivolge a quello che prima era un pronto soccorso(che a dire del sindaco funziona ancora)trova un medico indisponente, che non ti ascolta, che non ti puo fare una ricetta,ti spedisce in portineria per farti dare l'indirizzo della guardia medica.A quel punto ti fai un giro panoramico del paese e con una guida turistica ti trovi a visitare il vecchio osp.Marzio marini, sempre alla ricerca della guardia medica.Quale informazione ha dato il tuo sindaco:il pronto soccorso non funziona la guardia medica è una caccia al tesoro,forse non ti viene in mente che ancora una volta sta facendo la figura di un miserabile?SI...un miserabile che se ne frega della gente, che mette i cartelli "museo biblioteca vigili piazza giardini"e non gli viene in mente di dare informazione di dove trovare il medico con relativo numero telefonico?o fare il modo che possa risiedere nella struttura ospedaliera?Penso che sia lecito chiedere di avere piu responsabilità nei confronti dei cittadini in difficoltà.C'è una forte indignazione in me, non riesco a farmene una ragione per le difficoltà che costui, giorno dopo giorno sta creando con la sua faccia angelica ,che crede ancora di essere ben voluto da tutti e credersi il benefattore di magliano.Io non chiedo le sue dimissioni, ma chiedo rispetto per chi rappresenta.

    RispondiElimina
  8. Faccia angelica?
    Ma lo hai visto quando ha di fronte qualche persona?....
    Il suo volto diventa di un rosso violaceo per la bile che gli sale, i capelli irsuti come un'istrice, la voce rauca come uno ossesso.
    Altro che angelico.

    RispondiElimina
  9. che vergogna si devono mettere tutti dentro casa l'ospedale a chiuso e adesso vengono a pulire che vogliono dimostrare che sono bravi ma fanno proprio schifo per me non devono piu' mettere piede fuori casa dimettetevi fate piu' bella figura avete e state rovinando il paese sete bravi solo a stare seduti al bar

    RispondiElimina
  10. che bravo il nostro primo cittadino lo sa' che l'ospedale ha chiuso e il personale e' andato gia' a rieti bravo non ti sei fatto piu' vedere cono i dipendenti come avevi detto che non dovevono accettere la mobilita' non sai proprio qullo che dici vergonati sono proprio contento che non ti o votato dimettiti che de figuraccie siamo stufi tutti i paesi ci ridono in faccia

    RispondiElimina
  11. io vi dico come una commedia che fece proprio il nostro sindaco "le mozzature le contiamo hai cancelli"vedremo alla fine di tutto questo polverone di chi saranno le colpe e analizzeremo e valuteremo chi ha contribuito alla chiusura del nostro ospedale.Poi ognuno si assumera' le proprie responsabilita'politiche e morali non guardate la fogliuzza di paglia che hanno gli altri negli occhi e non vi accorgete della trave che avete voi a buon intenditor poche parole...

    RispondiElimina
  12. allora non fare finta di dire aspettiamo la fine per vedere di chi sono le responsabilità. tu le colpe già le indichi in qualcuno.
    però la storia dice che il centrosinistra maglianese e regionale sono riusciti con l'aiuto della provincia a mantenere la struttura aperta nel 2008 nonostante l'intenzione di chiusura, con il centrodestra maglianese e regionale e senza l'aiuto della provincia ma con l'aiuto di un senatore di centrodestra non siamo riusciti nemmeno a mantenere quello provisto da decreto.
    ma vi vergognate così tanto a dirle certe cose? sindaco glielo dica ai suoi assessori e consiglieri, gli suggerisca di strappare quelle tesseracce questo si che sarebbe un bel gesto

    RispondiElimina
  13. la fine del nostro ospedale non inzia con il decreto polverini...ma molto molto prima quando per esempio chiusero il reparto di ostetricia e ginecologia allora nessuna indignizione tutti zitti chi era il sindaco graziani?quando mandarano via silvestri pure li nessuna indigniziane chi era il sindaco graziani?anzi mi risulta che la sola azione fatta sia riconducibile all'attuale sindaco e della dott.sa surico che raccolsero le firme e allora di cosa vuoi parlare possibile che ti sa' cosi difficile capire che il primo assassino del nostro nosocomio e il de lellis di rieti e tutti i politici ne hanno fatto parte e che purtroppo ancora hanno in mano la nostra sanita' vedi festuccia..

    RispondiElimina
  14. Senti "spartacus", un dato è certo ed è sotto gli occhi di tutti e per tutti intendo gli italiani.
    Amatrice, Bracciano, Monterotondo, Civita Castellana, con la politica, con il consenso, con la dialettica tra persone civili, con la intelligenza di quegli amministratori, con la coerenza e l'unità, con la solidarietà; sono riusciti a mantenere il loro Pronto soccorso e letti per degenti.
    Il TUO sindaco invece con la proverbiale supponenza, la spocchia, la presunzione a voler essere "prima donna", l'improvvisazione e lecclettismo tipico di uno psicopatico, ha allontanato tutti quelli che in qualche modo lo avrebbero aiutato esponendo tragicamente tutta la popolazione di questo pacifico paese, alla berlina nazionale con la commedia del referendum.
    Queste sono responsabilità incontestabili e fattene una ragione.
    Questa non è demagogia ma son dati di fatto anch'essi incontestabili.
    A queste responsabilità verrà chiamato di fronte al giudizio della gente; dovrà fuggire te lo dico io "gladiatore" dei miei coglio...
    A presto.

    RispondiElimina
  15. Certo che se continui con certe esternazioni,caro gladiatore,il tuo sindaco lo faremo "santo"!.

    Vi attaccate a quello e a questo....,guardati intorno e se la tua vista non ti inganna vedrai quante cosa ,il tuo sindaco,non ha fatto, compresa la lotta per l'ospedale, non ha fatto altro che raggirare i cittadini con false speranze e bugie.
    La sinistra ,quando vi era la possibilità di andare incontro alla chiusura dell'ospedale,con i sindacati e il presidente della provincia e il sindaco in prima fila ,sono andati dal presidente della regione e sono tornati a casa con un foglio scritto e firmato che l'ospedale rimaneva aperto!
    .
    tutto ciò il tuo sindaco l'ha ottenuto? NO
    Quindi di che cosa stiamo parlando ancora,c'è solo una cosa che dovreste fare
    TACERE .

    RispondiElimina
  16. per buona educazione non si offende nessuno perche' gladiatore dei miei cog---lo dici a tua sorella se ce l'hai altrimenti a chi vuoi ma non a me io nn ti offeso.Io ho commentato solo cose che avete scritto con parere diverso ma visto l'odio che avete verso il sindaco (per altro non vi aiutera' di sicuro visto i consensi)è solo da tenervi lontani da me perche' la gente che odia non è gradito al mio modo di pensare---

    RispondiElimina
  17. E tu perché ti avvicini alla gente che sai ti odia! non credi forse sia un bisogno d'amore?
    Quando una persona esprime volutamente opinioni strumentali, che sà cioè quale sia la realtà dei fatti e questa cerca di scaricarli strumentalmente su altri, così assumendosi responsabilità di altri e non proprie, come vorresti gli si risponda?
    Quando uno sai che rompe... tu cosa gli rispondi!

    Mi sarei aspettato rispondessi non alle accuse, ma all'argomentazioni da me molto bene descritte, mentre invece hai scelto la parte che più stimola il tuo cervello, dimostrando tutta la tua malafede "spartacus".

    RispondiElimina
  18. Ti riporto la parte più interessante e cerca di rispondere in maniera possibilmente autonoma.
    "Senti "spartacus", un dato è certo ed è sotto gli occhi di tutti e per tutti intendo gli italiani.
    Amatrice, Bracciano, Monterotondo, Civita Castellana, con la politica, con il consenso, con la dialettica tra persone civili, con la intelligenza di quegli amministratori, con la coerenza e l'unità, con la solidarietà; sono riusciti a mantenere il loro Pronto soccorso e letti per degenti.
    Il TUO sindaco invece con la proverbiale supponenza, la spocchia, la presunzione a voler essere "prima donna", l'improvvisazione e lecclettismo tipico di uno psicopatico, ha allontanato tutti quelli che in qualche modo lo avrebbero aiutato esponendo tragicamente tutta la popolazione di questo pacifico paese, alla berlina nazionale con la commedia del referendum."

    RispondiElimina
  19. di quello che parli come se fosse il vangelo sai di mentire perche' in successione ti dico bracciano il tar gli ha concesso la sospensiva solo sul pronto soccorso data la distanza tra il paese ed il primo presidio medico sn oltre 50 minuti informati monterotondo verra' chiuso e riconvertito data la vicinanza con la 2 macro-area..civita e rimasto solo il pronto soccorso cn 1 specialita'leggi bene il decreto 80 e sottolineo che bracciano a 40mila abitanti e monterotondo 80 mila...qiundi le tue affermazioni peccano solo di presunzione e ti ripeto odio mio caro te l'ho gia detto alla fine del disastro vedremo le colpe di chi sono state ..e ognuno si assumera' la responsabilita' politica e morale e dovra' a risp ai cittadini e non sara' di sicuro graziani stanne certo..

    RispondiElimina
  20. Sei un impunito e andresti preso a schiaffoni; no attenzione, non sono un violento, ma un paio di scapaccioni per svegliarti da quel torpore sarebbero più che necessari.
    Solo così riusciresti forse a capire qualcosa.
    Resta pure nelle tue convinzioni, a parlare per fortuna ci sono i fatti e le carte; ma soggetti quali quelli a te simili, sarebbero capaci pure di negare l'evidenza.

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione