giovedì 12 maggio 2011

Il risveglio del vicesindaco

Miracolosamente si è svegliato. E si, potremmo quasi gridare al miracolo perchè infatti dopo un silenzio lungo mesi finalmente il vicesindaco Di Giamberardino (UDC tanto per dare qualche coordinata) è tornato a parlare e a dare segni di presenza all’interno dello scenario politico maglianese. Peccato però che all’attesa non corrisponda la qualità che invece ci si aspettava della risposta.
In merito alle ultime vicende legate alla crisi interna di questa maggioranza, che ha visto lo ricordiamo l’Udc locale presentare al consiglio comunale la richiesta di instaurare all’interno della maggioranza un gruppo consiliare tutto targato scudo crociato con a capo lo stesso Di Giamberardino, il vicesindaco risponde dalle colonne del giornale di oggi che “tale gesto non rappresenta una presa di distanza dalla maggioranza, ma anzi tende a rafforzare l’azione di governo locale”.

Strano, e noi che eravamo convinti che questa coalizione, Insieme per Magliano, si fosse costituita e avesse operato sempre sull’onda di una coesione e unità d’intenti ferrea, che mai sarebbe stata scalfita. Ora invece lo strappo; la ricetta che infatti propone l’UDC di Magliano è totalmente opposta. Ma se l’intenzione è quella di operare per rafforzare l’azione di governo per quale motivo non farlo rimanendo tutti uniti all’interno della coalizione? Che senso avrebbe separare la maggioranza in due falangi?

Domande che possono trovare risposta in una supposizione: e se questa mossa fosse dettata dalla necessità di un distinguo passato, presente e soprattutto futuro nei confronti delle mosse che ha fatto, fa e farà questa amministrazione che abbiamo definito politicamente approssimativa?
Magari risulterà più comodo, in questo caso, per i due componenti UDC, Di Giamberardino e Boccoli, svincolarsi da figure barbine come quelle a cui il gruppo di minoranza di Rinnovamento Democratico li ha relegati (vedi i più recenti consigli comunali sul rendiconto di previsione 2010).

Nel frattempo però registriamo orgogliosi la grande prova di presenza che il vicesindaco ha voluto dare, come abbiamo detto, dopo mesi di assenza dal dialogo politico, compreso quello che avviene nelle sedute consiliari, senza accorgersi di quello che accadeva anche sotto il suo naso. Niente, silenzio tombale, così come da parte di altri, anche quando il riferimento è alla situazione delle frane del nostro paese che ormai stiamo denunciando da tempo.
“Fiabescamente” parlando potremmo dire di una principessa addormentata che viene risvegliata dal bacio del principe azzurro. Ma mentre nella favola c’è un lieto fine, nelle dichiarazioni del vicesindaco troviamo invece come al solito la messa in pratica della moda del momento: dare la colpa al Pd e al centrosinistra.

Certo, è il caso di dirlo, “chi è senza peccato scagli la prima pietra”, ma arrivare ad additare le vecchie amministrazioni proprio in questo momento in cui sono sotto gli occhi di tutti i risultati imbarazzanti conseguiti in appena 2 anni dalla giunta che si proclamava come la panacea di tutti i mali, vogliamo considerarlo come un tentativo puerile per cercare di nascondere la testa sotto la sabbia.
Negli ultimi mesi infatti i maglianesi hanno cominciato a prendere coscienza di come il “sogno alfrediano” si sia poi rivelato ben poca cosa in confronto alle tante aspettative che si erano create intorno a questa maggioranza.

La battaglia politica fallimentare per il mantenimento dell’ospedale, la figuraccia che ha ridicolizzato la figura di Magliano con un referendum voluto e poi ritirato fuori tempo massimo, e un bilancio che fa segnare un meno 85% di opere realizzate, di certo non sono cose che possono essere imputate al Pd di Magliano nè alle amministrazioni precedenti.
In un momento di grave difficoltà su tutti i fronti, questa amministrazione non è riuscita a far fronte ai problemi messi in campo dalle logiche della politica nazionale e regionale di centrodestra e che, ci piace ricordare, come essa sia stata sponsorizzata da buona parte dell’attuale amministrazione, non escluso l’UDC del caro vicesindaco.

Piuttosto che pensare agli ultimi 60 anni di politica maglianese forse ci si dovrebbe ricordare dei disastri molto più recenti.
Tanto per usare una frase del segretario nazionale Pierluigi Bersani: quando comincerete ad ammettere che sarà stata anche colpa vostra?

9 commenti:

  1. ma scusate voglio sapere una cosa ma l'acqua si può bere?

    RispondiElimina
  2. SIIIIIIII quella della fontana però!

    RispondiElimina
  3. poveri quelli dell'udc.devono stare sempre con un piede in due staffe,democristiani fino a l'osso.prendono distanza dalla maggioranza però sono piu uniti che mai con loro,presto li vedremmo uscire di casa con la camicia verde e inneggiare " S.Liberato"(verzione maglianese della lega),noi gli canteremo tutti in coro: S.Liberatu nostru deliberaci tu da queste brutte fere ................chissà se ci ascolterà il nostro patrono?

    RispondiElimina
  4. L'arcano dell,acqua è veramente un rebus.del tipo il terzo mistero di fatima, questo benedetto arsenico che fine ha fatto? c'è non c'è ,il
    famoso dearsenificatore e acceso è spento,non ci sono soldi per pagare l'Enel, chi dice che è stato sabotato D' al-Qaeda,Chi dice che non a mai funzionato. Una cosa è certa, con questa benedetta acqua cosa ci si puo'fare.Per favore non accetto battute ironiche

    Ricordiamoci sempre di ringraziare
    i verdi maglianesi e l'ass. all'ambiente della regione lazio Filiberto Zanardi per il contributo i 350 mila euro concessi al nostro comune.

    RispondiElimina
  5. sono le ore 06:49 e tutto va bene.
    sono le ore 06:50 e tutto va bene. attendiamo le ore 08:00 quando apriranno, l'edicole e la musica cambierà.

    RispondiElimina
  6. dopo venti anni di lungo letargo,
    mi sono illuso,che l'UDC si fosse SVEGLIATA. Ma che!!!! dopo 20 nano secondi è ritornata in un profondo
    letargo,però se voi ci pensate bene, anche in natura l'orso durante il suo letargo si sveglia per MANGIARE, per poi rimettersi a dormire.

    RispondiElimina
  7. ooo a citta-di perchè mangiare in maiuscolo?

    RispondiElimina
  8. porta pazienta,attendi le ore 08:00 e la questione sarà molto chiara.

    RispondiElimina
  9. il vento non si ferma con una mano, pensate voi un uragano?

    RispondiElimina

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione