giovedì 20 ottobre 2011

Il Pd reclama il pronto soccorso mentre Graziani riceve i cinesi

“Appare quantomeno curioso che il giorno dopo la visita fatta dal sottoscritto e dai colleghi del Pd regionale al Marini di Magliano, l’ex nosocomio abbia spalancato solo ora le porte, e in pompa magna, a una delegazione di imprenditori cinesi.

Le chiavi che prima non si trovavano, e che avevano lasciato bene in vista al nostro passaggio lucchetti e catene alle porte di accesso dei reparti nuovi di zecca, sono improvvisamente comparse e immagino che a mancare siano state solamente le guide rosse e i petali di rosa. E’ questa la fine che farà il Marini?

Se la popolazione residente e limitrofa aveva da lamentarsi per la chiusura dei reparti e per la scomparsa di fatto dell’ospedale, dovrà ora ricredersi: ago puntura e forse musiche new age di sottofondo rappresenteranno la nuova frontiera dell’ex nosocomio e questo, ovviamente, per le decisioni del centrodestra che guida la Regione. Prima di ringraziare però la maggioranza, credo sia il caso di aspettare. E’ vero che noi democratici avevamo parlato di vento del cambiamento, ma credetemi, solo al Marini tira quello dell’Oriente”.

Mario Perilli - Consigliere regionale PD


clicca sull'immagine per ingrandire

Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione