mercoledì 16 novembre 2011

Persa un'altra occasione

Sembra quasi diventata una crociata versione small quella portata avanti dal blog Magliano Insieme o dall’assessore (forse non più tale) navigato. Giudizi rispettabilissimi. Riflessioni personali. “Considerazioni biliari” che mai ci sogneremo di contestare.

Si dice che quando l’avversario politico usa come unico argomento di contrapposizione quello della giovane età allora significa che probabilmente gli argomenti sono davvero finiti. Siamo alla frutta, ma lo si era già capito da tempo. Il classico caso di annebbiamento che ormai contraddistingue l’azione di questa amministrazione, che deriva dalle lamentele che sentono nascere giustamente negli scontenti del loro operato amministrativo. Sentire però che tutto ruota intorno a questi tre ragazzotti ci stupisce e avvilisce ancora di più se pensiamo alle “enormi capacità politiche” di questa coesa maggioranza di scudieri e alzamano occasionali, che non avrebbero bisogno di alcun aiuto per “tirare a campare”.

È umano invece, e bisognerebbe comprendere questi “sfoghi” di chi fa politica seria e in appena due anni e mezzo ha pensato bene di aumentare lo stipendio di un proprio familiare, lavoratore LSU. Queste non sono offese, caro assessore, e nemmeno storie inventate, sono esempi di buona amministrazione, cui si è reso protagonista, fatti per il bene incondizionato del paese e del cittadino (senza specificare quale ovviamente), proprio come dice sempre anche lei. E’ tutto documentato sulla carta; e allora perchè non ricordare quotidianamente questi esempi di buona amministrazione da tenere a futura memoria, facciamola cantare questa carta!

Sono mesi ormai che non si parla più di nulla, eppure di spunti di riflessione ne abbiamo lanciati più di uno. Parliamo di sanità: qual’è la strategia politica che il sindaco ha intenzione di intraprendere ora che nemmeno i medici ospedalieri arriveranno presso la nostra struttura? Perchè i lavoratori non ne sono stati informati? Che fine ha fatto la firma che secondo la LR 4/2003 e il decreto 27/2011 è prevista da parte dell’amministrazione per la realizzazione della medicina cinese a Magliano?

Parliamo di viabilità: a che punto siamo con la frana del campo sportivo, cui sarebbe dovuta seguire una risposta dopo l’interrogazione consiliare presentata oltre un mese fa dal gruppo di minoranza?

Parliamo di arsenico: sono state eseguite ulteriori analisi dopo gli ultimi interventi al dearsenificatore? Come mai si è atteso oltre quattro mesi, pur avendo acquisito le analisi già da giungo, ad intervenire sui filtri ormai saturi?

Parliamo di imprese e di centro commerciale naturale: come mai i commercianti non sono stati informati, pur essendo soci fondatori, di come i soldi sono stati spesi? Erano a conoscenza che il 17% dell’intero progetto, quasi il 50% del mutuo preso dal comune, sia servito per realizzare una fontana ingombrante dal costo di quasi 50.000 euro? Come si intende rilanciare l’economia di Magliano, ora che anche l’ospedale sembra essere perduto definitivamente?

Tutto tace ovviamente, mentre noi siamo qua e facciamo il nostro dovere; vorremmo sentir parlare di Magliano, non del PD locale. Mentre dunque qualcuno tenta di giocare a nascondino con le responsabilità, i cittadini stanno prendendo sempre più coscienza della situazione, e l’umore così come il giudizio, lo abbiamo detto ed è ormai evidente a tutti, è sempre più negativo. La colpa è del PD e di qualche ragazzotto, ma si, ci accontentiamo se può rincuorarla!

Rimane una piccola delusione in fondo: che si sia persa un’altra occasione per parlare di Magliano o per stare zitti? Probabile, perchè in fondo cosa volete possa interessare ai cittadini di Magliano la considerazione che questo assessore, forse non più tale, può avere nei confronti degli esponenti del PD locale? I cittadini vogliono questo non i pettegolezzi da bar o le ripicchette di qualche assessore alla frutta.

Ecco perchè l’occasione è stata persa; meglio seguire un copione scritto in preda alla disperazione nel tentativo di nascondere i propri fallimenti amministrati a dispetto dell’esperienza ultra ventennale; meglio lasciarsi andare con qualche battuta da commedia (ora che si avvicina il Natale è d’obbligo) sulla questione ospedale, quando invece la vicenda meriterebbe ben altra serietà. Chissà cosa penseranno tutti gli iscritti e collaboratori a quello che fu il glorioso Magliano Insieme, e di cui ormai non si ha più traccia, delle considerazioni estemporanee di questo personaggio. Probabilmente, come successo nel passato, arrossiranno, manderanno giù qualche boccone amaro, e obbediranno ciecamente agli ordini rimanendo in silenzio nella tacita difesa dell’ormai “indifendibile”. Pochi ma buoni? Qualcuno direbbe, meglio soli che male accompagnati!

Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione