venerdì 30 dicembre 2011

A fianco di tutti....ma proprio tutti gli LSU


Il 30.12.2011 si è svolto un Consiglio Comunale Straordinario in cui il nostro gruppo consiliare ha presentato un Odg a sostegno della causa dei lavoratori LSU rimasti fuori dalla stabilizzazione a tempo determinato.

Infatti non tutti sanno che a fronte di 16 lavoratori LSU ci sono altri 18 lavoratori sempre LSU che andranno a casa e notizia dell'ultima ora sin da subito. Pertanto dal 1º gennaio 18 lavoratori LSU lasceranno il loro posto di lavoro e resteranno senza stipendio.

Ma cosa è successo?

Cerchiamo di spiegarlo semplicemente.

La Regione Lazio da questa estate ha manifestato la volontà di risolvere la questione dei lavoratori LSU anche attingendo ai Fondi Sociali Europei a favore di quelle Amministrazioni che avessero assunto a tempo determinato gli stessi lavoratori.

Allo stesso tempo la Regione aveva stabilito una scadenza entro il quale i lavoratori LSU dovevano scegliere se accettare il contratto di lavoro a tempo determinato (se gli enti dove lavoravano rispettavano la percentuale di incidenza delle spese del personale sulla spesa corrente) o accettare una fuoriuscita con 35.000 euro lordi di buonuscita. Tale scadenza in un primo tempo fu fissata per il 01 dicembre 2011 poi spostata per il 15 dicembre 2011.

Con l' avvicinarsi della scadenza del 15 dicembre però si è scoperto che il Comune di Magliano Sabina non sarebbe stato in grado di assumere nessun LSU in quanto con tali assunzioni avrebbe superato il limite della percentuale di incidenza delle spese del personale sulla spesa corrente che in quella data non doveva superare il 40%.

Tale notizia è stata quindi comunicata intorno ai primi giorni di dicembre ai lavoratori LSU che a quel punto dovevano decidere stando alle notizie che avevano in quel momento tra la fuoriuscita con 35.000 lordi oppure scegliere di andare avanti con il rischio concreto di perdere sia il posto di lavoro sia l'eventuale indennità di fuoriuscita.
È pertanto in questo scenario, molto simile ad una pistola puntata sulla tempia, che i lavoratori LSU hanno dovuto fare la loro scelta. Così come è chiaro che la scelta è stata fortemente influenzata dalle condizioni legislative vigenti il 15 dicembre.

In quei giorni il PD a tutti i livelli ha cercato soluzioni e risposte per tutti gli LSU, lo ha fatto con i propri rappresentanti a tutti i livelli, ma purtroppo soprattuto a livello Regionale ci siamo imbattuti in una maggioranza di centrodestra poco chiara e nebulosa che non ha fatto capire ai lavoratori LSU fino in fondo la portata della scelta che dovevano compiere.

In questo contesto quindi che a Magliano il 15 dicembre 18 LSU scelgono l'uscita dal progetto accentando la fuoriuscita di 35.000 lordi e 16 LSU scelgono di rimanere. È chiaro che le scelte sono fortemente condizionate dal fatto che stando ai limiti imposti dalla legge fino a quella data il Comune di Magliano Sabina non avrebbe potuto assumere a tempo determinato gli LSU.

Ma il 22 dicembre in Senato viene approvata la legge di Conversione del DL 06 dicembre 2011 nº201 che all'art.28 comma 11quarter innalza la percentuale di incidenza delle spese del personale sulla spesa corrente degli Enti Locali dal 40% al 50% e con tale aumento da quella data con un 10% in più di incidenza di spesa del personale anche per il Comune di Magliano a quel punto è possibile assumere gli LSU a tempo determinato (per smentire con i fatti, le leggi e i documenti chi fantasiosamente sostiene che è colpa di Monti se non si possono stabilizzare gli LSU, per Magliano è vero il contrario e cioè che solo grazie alla legge di Conversione presentata da Monti è stato possibile assumere).

A questo punto il Comune di Magliano avvisato della novità anche da nostri rappresentanti politici prima di Natale, il 27 dicembre ha chiuso un accordo con la Regione per i 16 LSU che avevano scelto di rimanere il 15 dicembre.

Nasce però il problema per i 18 LSU che avevano scelto di uscire con la buona uscita di 35.000 lordi anche in base al fatto che stando ai limiti di legge alla data del 15 dicembre il Comune non poteva assumere.

È quindi necessario per noi aprire un tavolo per questi 18 LSU, o comunque per quanti di essi stando alle nuove condizioni vorrebbero continuare a lavorare, in quanto oggettivamente hanno dovuto fare la loro scelta in base a parametri poi cambiati.

Riteniamo che far uscire questi lavoratori ed in questo modo sia altamente iniquo ed ingiusto soprattutto perchè sono stati costretti ad una scelta in base ad informazioni che poi con il cambio della legge sono mutate. Sarebbe quindi giusto secondo noi che essendo cambiata la legge e potendo oggi assumere il Comune di Magliano sia data la possibilità anche a questi lavoratori di scegliere di essere assunti a tempo determinato.

È per questo che abbiamo presentato nel consiglio urgente del 30 dicembre un ordine del giorno (sotto pubblicato) che impegnava la Giunta e il Consiglio Comunale ad aprire un tavolo di confronto con l'Assessore Zezza al fine di rivedere la posizione di questi lavoratori. Dal Sindaco abbiamo ancora una volta ricevuto solo risposte vaghe ma comunque visto che ci è stato detto che si aprirà un confronto con la Regione al fine di evitare spaccature abbiamo deciso di ritirare il punto all' Odg (una cosa la vogliamo precisare lo abbiamo ritirato solo per questo motivo e non come qualcuno fantasiosamente ha sentenziato perchè fuori la legge, il punto all'odg era dentro la legge).

Comunque il problema resta e deve essere risolto in quanto questi lavoratori presto saranno senza stipendio e senza la certezza delle date di liquidazione degli assegni di buonuscita.

Pertanto vogliamo dire a questi lavoratori che noi non li lasceremo soli e sin dai prossimi giorni ci attiveremo con quello che è nelle nostre possibilità per cercare di risolvere il problema.

Speriamo che a tutti stiano a cuore le sorti anche di questi lavoratori perchè per quanto ci riguarda finchè ci sarà anche un solo lavoratore mandato a casa ingiustamente, e questo è per noi il caso, noi combatteremo per tutelare i loro sacrosanti diritti oltre che la loro dignità.


Direttivo Circolo PD Magliano Sabina
A cura del gruppo Politiche Sociali e del Lavoro

Gruppo Consiliare Rinnovamento Democratico




Di seguito il testo dell'ODG presentato:


GRUPPO CONSILIARE RINNOVAMENTO DEMOCRATICO

PROPOSTA DI ODG DA METTERE IN DISCUSSIONE E VOTAZIONE NEL CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO URGENTE IN MERITO ALLA STABILIZZAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO DEI LAVORATORI LSU IMPIEGATI NELL'ENTE


Il gruppo consiliare Rinnovamento Democratico

Vista la delibera di giunta n°203 del 29.12.2012 con il quale si approvava l'atto di indirizzò per l'assunzione a tempo determinato part-time al 50% di nº16 unità categoria B, posizione economica B1, riservata ai lavoratori socialmente utili

Vista la determina nº495 pubblicata con il numero 1413 del 29.12.2012 e pubblicata il 29.12.2012 avente ad oggetto Assunzione a tempo determinato part-time al 50% di unità categoria B, posizione economica B1, riservata ai lavoratori socialmente utili , approvazione bando e facsimile di domanda

Premesso che con deliberazione di giunta comunale nº122 dell'11/07/2011, esecutiva ai sensi di legge, è stato approvata la struttura organizzativa del Comune ed il nuovo organigramma dell'Ente contenente la distribuzione negli uffici e nei servizi del personale componente la dotazione organica con conseguente assegnazione delle risorse umane ai vari uffici

Considerato che la Regione Lazio ha espresso la necessità di procedere alla soluzione della problematica occupazionale degli LSU in servizio sul territorio regionale con interventi finalizzati anche alla fuoriuscita degli LSU e con la copertura finanziaria con risorse del Fondo Sociale Europeo da corrispondere Alle amministrazioni che assumono i lavoratori con Contratto di lavoro a tempo determinato

Vista la scadenza imposta dalla Regione Lazio ai lavoratori LSU del 15 dicembre per decidere se accettare la fuoriuscita volontaria dai progetti LSU con un indennità di uscita di 35000 euro

Considerato il fatto che alla data del 15 dicembre 2011 era ancora in vigore il limite del 40% per l'incidente delle spese di personale sulla spesa corrente e che e che in base a tale limite è stato comunicato ai lavoratori LSU che il comune di Magliano Sabina non era in grado a quella data di assumere a tempo determinato i lavoratori LSU

Visto che anche in base a queste informazioni che 18 lavoratori LSU hanno presentato domanda di fuoriuscita volontaria dai progetti LSU prima della scadenza del 15 dicembre 2011

Visto che in data 22.12.2011 è stata approvata al Senato la legge di conversione del DL 6 dicembre 2011 nº201 che all'art.28 comma 11quarter modifica la percentuale di incidenza delle spese di personale sulla spesa corrente

Considerato il fatto che con tale innalzamento di percentuale di incidenza delle spese di personale sulla spesa corrente il Comune di Magliano Sabina può procedere a nuove assunzioni a tempo determinato

Visto che tale modifica è stata approvata il 22 dicembre 2011 al Senato della Repubblica e quindi dopo la scadenza del 15 dicembre 2011 imposta dalla Regione per far decidere agli LSU se fuoriuscire o no dal progetto

Visto che il limite precedente del 40% e il fatto che il Comune di Magliano Sabina con tale limite non poteva assumere lavoratori a tempo determinato è stata condizione predominante nella scelta di fuoriuscita dai progetti LSU di alcuni lavoratori impiegati nel nostro Ente.

Considerato che tale modifica ha oggettivamente cambiato le condizioni di scelta esistenti il 15


Chiede

Di impegnare la Giunta Comunale ed il Consiglio Comunale ad aprire un tavolo di confronto con l'Assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio Mariella Zezza e con gli Uffici competenti al fine do rivedere la posizione dei 18 LSU che hanno fatto domanderà volontaria di fuoriuscita dai progetti LSU in virtù delle condizioni esistenti il 15 dicembre 2011, questo al fine di consentire a questi lavoratori, laddove lo desiderasse viste le condizioni cambiate con l'art.28 comma 11quarter della legge di conversione del DL 201/2011, di accedere alla stabilizzazione con contratto a tempo determinato part-time 50% come tutti gli altri lavoratori impiegati

Di inviare con urgenza, una volta approvato, il seguente punto ODG:

- Al Presidente della Regione Lazio Renata Polverini
- All'Assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio Mariella Zezza
- All'Assessore all'Istruzione e Politiche Giovanili Gabriella Sentinelli
- Al Consigliere Regionale Mario Perilli
- Al Consigliere Regionale Lidia Nobili
- Al Consigliere Regionale Antonio Cicchetti
- Al Presidente della Provincia di Rieti Fabio Melilli




Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione