lunedì 19 dicembre 2011

Risposte sulla rimozione dei giochi di Foglia



Quella riportata qui sopra è la risposta dell'amministrazione comunale in seguito all'interrogazione del gruppo di minoranza sulla rimozione dei giochi pubblici presso il giardino della frazione di Foglia. Su espressa richiesta di un gruppo di cittadini di Foglia abbiamo deciso di pubblicare il documento integrale in cui potrete leggere sia i quesiti posti che le relative spiegazioni che l'amministrazione Graziani ha fornito a riguardo.
Tralasciando il solito atteggiamento scostante che il sindaco e il suo gruppo hanno ormai fatto proprio, comprensibile visto il loro palese disagio e a cui ormai siamo abituati, che mira a demonizzare ogni attività della minoranza, si è giunti in questo caso perfino ad asserire come chiedere spiegazioni in merito a una vicenda come questa, che ha destato scompiglio all'interno della comunità fogliana, e spinti proprio da parte di quella stessa comunità nel cercare delle risposte ad un comportamento quanto meno discutibile di questa amministrazione, possa avere "un eventuale influenza negativa" con il rischio di "minare le fragili fondamenta che regolano rapporti corretti e collaborativi" con la stessa comunità fogliana.

Ci viene da sorridere leggendo la risposta e vedendo come sia la stessa amministrazione e lo stesso sindaco a non capire come quello che vuole additare come responsabilità altrui sia dovuto invece al proprio comportamento che, nel caso in questione, non ha fatto altro che creare una divisione all'interno dei cittadini di Foglia, divisione che si è fatta ancor più evidente con la chiusura del blog della frazione maglianese e le forti contestazioni ricevute pubblicamente, sintomo di un malessere interno a quella comunità.
Nessun "atteggiamento sospettoso", come vuole far credere il sindaco, dunque, solo lecite domande che si sarebbero potute evitare se questa amministrazione avesse avuto un approccio diverso, di maggiore onestà ed educazione (viste le dichiarazioni irriguardose sui giornali dell'allora assessore Ruggeri nei confronti dei cittadini fogliani), senza considerare inoltre come la richiesta di interrogazione sia partita proprio dagli stessi cittadini presi in causa.

Dopo aver consultato due ex sindaci di questo comune, e dopo aver raccolto la loro testimonianza diretta su come tali metodi operativi non siano mai stati presi dagli stessi per situazioni analoghe, sfruttando il personale addetto nel rispetto dei tempi e del lavoro che in quel momento erano chiamati a svolgere, ci siamo soffermati sull'ancor più curiosa affermazione di come non esista alcun atto ufficiale dell'amministrazione che avrebbe consentito la rimozione dei giochi ne la loro donazione a privato cittadino in quanto la richiesta è stata avanzata verbalmente dai cittadini di Foglia e prevedeva la "rimozione, la risistemazione (se possibile) e la riconsegna al Comune per eventuale riutilizzo degli stessi".

Lasciamo ai cittadini, e in questo caso ai fogliani che ce lo hanno richiesto, un'analisi oggettiva dei fatti, dando loro la massima disponibilità in futuro a trattare questo come altre problematiche inerenti alla loro comunità, e augurandoci che l'anno nuovo porti qualche miglioramento anche nell'atteggiamento di chi ci amministra.

Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione