venerdì 27 gennaio 2012

Dalla memoria rinasce il domani

Come ogni anno il Comune di Magliano Sabina celebrerà oggi il “Giorno della Memoria”, un momento di riflessione su una delle vicende più drammatiche della storia umana. Il ricordo della Shoah era indispensabile ieri, ma lo è ancora di più oggi per le generazioni future. Presso il Teatro Manlio a partire dalle ore 10,45 con la collaborazione e la partecipazione della Biblioteca Comunale, l’Istituto Omnicomprensivo “S. Pertini”, l’Associazione Culturale “A. Piazza” e la Mirabilis Teatro Societas daranno vita a “Cari amici, vi scrivo…”, laboratorio teatrale per ragazzi tratto dal “Diario” di Anna Frank proposto dalla Mirabilis Teatro, ideazione e regia dell'instancabile Luciano Minestrella. A seguire il Recital del soprano Hae Young Hyun e del pianista Daniele Camiz, musiche di Guido Tagliacozzo, poesie di Primo Levi, Biancamaria Frabotta, Salvatore Quasimodo. Inoltre potrete assistere alle letture in musica “Testimoni del non provato”, tratte dal libro “Testimoni del non provato. Capire, pensare, immaginare la Shoah nella terza generazione” di Raffaella Di Castro.. La manifestazione si chiuderà con un momento dedicato alla riflessione insieme a Raffaella Di Castro, la Dott.ssa Marica Salvitti ed il Sindaco Alfredo Graziani. Al termine dell’iniziativa verrà posta presso la Biblioteca Comunale una targa in ricordo di coloro che a Magliano Sabina aiutarono la famiglia Tagliacozzo dal 18 Settembre 1943 al 23 Gennaio 1944. "Il nazionalismo, il disprezzo che genera l'intolleranza, il populismo, l'ignoranza, il razzismo, furono le cause prime che attraverso un lento scivolamento delle coscienze portarono allo sterminio programmato e di massa di milioni di uomini e donne, anziani e bambini" è quanto scrive in una lettera il segretario nazionale Pierluigi Bersani. "Esseri umani inermi, vittime di un odio cieco, che non ha limiti, che non si ferma e non riconosce l'umanità in chi è altro da sé.
Proprio la memoria di ciò che è stato deve metterci in guardia di fronte al riemergere di sentimenti di paura dell'altro, di intolleranza, di xenofobia, di razzismo, di antisemitismo, semi amari capaci di far nascere cattivi frutti. Le cronache drammatiche di questi mesi testimoniano del pericolo che incombe sulla nostra comunità nazionale e, più in generale, sull'Europa".

Vi invitiamo a partecipare a questa importante manifestazione, profondo momento di riflessione e di comprensione di come le aberrazioni dell'animo umano possano spingerci verso l'abisso, per comprendere come dal ricordo si possa ancora una volta rinascere.

Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione