martedì 13 marzo 2012

Per un vero capoluogo. Il Pd per Simone Petrangeli sindaco di Rieti

Nella serata di lunedì il nostro circolo ha risposto con entusiasmo all'invito della Federazione provinciale del Pd e del candidato sindaco del centrosinistra per il Comune di Rieti Simone Petrangeli per un momento di confronto con tutte le articolazioni territoriali del partito. Il segretario Francesco Di Basilio, a nome del nostro circolo, ha ricordato l'importanza di avere un'amministrazione comunale nel capoluogo che sappia interpretare le istanze dell'intero territorio e che su temi importanti come la sanità sappia guidare battaglie comuni.
Di seguito il comunicato del Pd di Rieti


ATTIVO PROVINCIALE DEL PD CON SIMONE PETRANGELI
Dai territori: "con Simone affinché Rieti torni davvero ad essere Capoluogo"


"Siamo un partito serio e questa sala è qui per dimostrarlo". Ha esordito così il segretario provinciale introducendo l'assemblea dei responsabili provinciali - circoli ed amministratori - tenutasi ieri, nella sede del Partito Democratico di Rieti, per presentare il candidato Sindaco del centrosinistra Simone Petrangeli. Sala gremita da sindaci, assessori, amministratori e dirigenti del PD convocati dal segretario Vincenzo Lodovisi e dal responsabile circoli Sandro Lancia, giunti da ogni comune del territorio per testimoniare sostegno alla fondamentale battaglia di Simone e del centrosinistra tutto per le amministrative di maggio.
“La necessità - è stato il discorso di Lodovisi - è quella di interconnettere Rieti con tutto il territorio circostante affinché finalmente eserciti il ruolo che gli compete, cioè di capoluogo di provincia."

"La politica d’isolamento attuata in questi 18 anni infatti non ha che impoverito il tessuto sociale e commerciale fino a condurlo in una crisi che appare senza ritorno. Solo un’inversione di rotta - ha sostenuto il segretario provinciale del PD (nella foto a destra) - potrà ridare fiato all’economia reatina. Per questo vi è necessità che il centro sinistra sia costruito con lealtà reciproca, senza furbizie e scorciatoie, con il PD che rappresenti l’architrave della coalizione che ritrova intorno a Simone Petrangeli. Per questo progetto noi siamo pronti e disponibili.”
E' dunque un momento fondamentale perché, come sottolineato dal consigliere regionale Mario Perilli, dal comune capoluogo della Provincia - quale che sia il destino amministrativo dell'ente "intermedio" - e dal modo con cui esso viene governato, dipende l'efficienza di tanti servizi essenziali per i cittadini dell'interno territorio.
Ad esempio, il Sindaco di Cantalice Paolo Patacchiola ha sottolineato - in qualità di amministratore di un comune limitrofo - le enormi difficoltà che i comuni del distretto "Rieti 1" stanno vivendo per i tagli ai servizi sociali operati dalla regione, e come questa difficoltà sia acuita dalla totale assenza di collaborazione del comune capofila, quello di Rieti appunto, che trattiene fondi che invece dovrebbe ridistribuire. Essenziale, quindi, che se ne cambi la guida.
Discorso simile quello che attiene alla questione della sanità. Francesco Di Basilio, segretario del circolo di Magliano Sabina, nel ricordare la battaglia del PD in favore di un'offerta sanitaria che non privi i cittadini dei territori di un servizio essenziale, ha evidenziato come questo rientri necessariamente in un discorso di collaborazione costante con il comune capoluogo, che purtroppo con l'attuale amministrazione non c'è mai stata.

Sostegno convinto hanno poi espresso i rappresentati del PD in provincia: l'assessore Alessandro Mezzetti ed il capogruppo Giuseppe Rinaldi, di concerto con il coordinatore cittadino Annamaria Massimi.
Infine, il presidente provinciale del PD, Licia Alonzi, ha sottolineato come la grande capacità di sintesi politica di Simone Petrangeli gli garatisca anche il consenso degli elettori di più spiccata sensibilità cattolica.
Conclude i lavori lo stesso Simone Petrangeli, che dopo aver ripercorso le fasi che lo hanno portato ad essere scelto dai cittadini come candidato di tutto il centrosinistra, raccoglie le istanze della provincia propostegli dalla classe dirigente democratica, nella serena convinzione di poter finalmente dare una svolta vera e ormai non più rimandabile alla società reatina, e con essa all'insieme dei territori che la circondano.

Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione