venerdì 10 agosto 2012

Come al solito FALSI e DIFFAMATORI!!!!!

Leggiamo con stupore sul Blog di Magliano Insieme, faticando a non ridere per le fandonie scritte dall'estensore del Post (che poi è sempre il solito "genio"della politica Maglianese), una serie infinita di bugie e diffamazioni rivolte al nostro circolo.

Come al solito sul Blog si parla di dicerie e di chiacchiere da Bar (ma in questo loro sono esperti e non li batte nessuno) che come al solito non sono verificate dall'estensore del Post.

MA ORMAI LORO HANNO ABITUATO MAGLIANO ALLE LORO CHIACCHIERE E ALLE LORO FANDONIE!!!

Ma con noi cascano male perchè abbiamo la cattiva abitudine (per loro si intende) di documentare tutto quello che diciamo, proprio perchè non abbiamo paura di ciò che diciamo.

Non come loro che per nascondere ai MAGLIANESI ciò che succede e che combinano in Consiglio Comunale hanno negato le riprese video degli stessi negando ai MAGLIANESI il sacrosanto diritto ad essere informati su ciò che succede nell'assise cittadina.

Pertanto, lo diciamo da subito, di seguito a questo post pubblicheremo il video del comizio finale alla Festa Democratica 2012 del nostro segretario Francesco Di Basilio che dimostra senza ombra di dubbio come le menzogne, le accuse e le dicerie descritte nel post di Magliano Insieme siano FALSE ed altamente DIFFAMATORIE.

Ma quali sono queste accuse e menzogne fatte sul Blog di Magliano Insieme?

Nel post l'estensore ci accusa ed accusa il nostro segretario essenzialmente di due cose: di avere una posizione ambigua sulla questione Referendum per passare in Umbria ed di aver promesso ( nel comizio finale della Festa Democratica attraverso la voce del nostro segretario) la riapertura dell'ospedale di Magliano se si vinceranno le prossime elezioni amministrative.

COME VEDREMO ENTRAMBI LE ACCUSE SONO PRIVE DI FONDAMENTO E NEL CASO DI CIÒ DETTO DURANTE IL COMIZIO SARÀ IL VIDEO SOTTO PUBBLICATO A SMENTIRE QUESTI PERSONAGGI FALSI E DIFFAMATORI.

Ma andiamo con ordine e partiamo dalla questione Referendum per passare in Umbria.

Nel post ci si accusa di avere una posizione ambigua sulla questione. Niente di più falso, il PD di Magliano Sabina sulla questione ha avuto sempre una posizione chiara e limpida di contrarietà al Referendum. Infatti il PD di Magliano dichiarò la sua contrarietà sia quando furono i ragazzi dell'associazione Sabinamente a proporlo in un famoso Forum svolto in sala consigliare (esiste un video che certifica tutto ciò e che dimostra come l'allora responsabile dell'organizzazione, l'attuale segretario Francesco Di Basilio, dichiarò a nome dell'allora nascente circolo del PD la contrarietà alla proposta), sia quando è stata l'Amministrazione Graziani a proporlo e sarà contrario anche in futuro chiunque sia a proporlo.

Vale la pena ricordare, inoltre, che l'attuale proposta di Referendum per far passare in Umbria la Provincia di Rieti è promossa dalla UIL di Rieti e non dal PD come invece si lascia intendere nel post.

Nello stesso comizio di chiusura della Festa Democratica, poi, il consigliere regionale Mario Perilli è stato chiaro nel merito. Il PD regionale lavorerà sull'ipotesi di una grande provincia Nord del Lazio che comprenda le attuali provincie di Rieti e Viterbo e che sulla costruzione di questa nuova provincia il territorio della bassa Sabina, che sarebbe baricentrico, può giocare un ruolo determinante. Nessuno ha parlato di Umbria come si vede e come al solito l'estensore del post ha visto le trabecole!!!!!

Sulla questione dell'Ospedale poi ci viene da ridere. Nel post si accusa il nostro segretario di aver promesso la riapertura dell'ospedale di Magliano Sabina se si vinceranno le prossime amministrative. Il video sotto allegato dimostra come ciò sia altamente falso. Il nostro segretario non ha pronunciato quelle parole!!!!!
Certo se vinceremo, come speriamo per il bene di Magliano e dei MAGLIANESI, le prossime amministrative e magari le prossime regionali ci impegneremo sin dal primo minuto per ricostruire la sanità del nostro territorio distrutta dagli amici di centrodestra di questa amministrazione ( come non ricordare il famoso comizio in difesa dell'amico Antonio Cicchetti a Rieti del nostro Sindaco Graziani, lo stesso Cicchetti che definì il nostro ospedale "l'ospedaluccio sotto casa").

Anche su questa questione sono i fatti a parlare: finchè a Magliano ed in Regione c'era al governo il centrosinistra l'Ospedale di Magliano esisteva e c'era un serio progetto di rilancio in atto (basta pensare agli investimenti effettuati dalla Direzione Bellini a Magliano: sale operatorie nuove, nuovi reparti ed arredi, nuovo reparto di riabilitazione, nuovo laboratorio analisi, nuova apparecchiatura TC e molto altro), con il centrodestra in Comune e alla Regione nel giro di 2 anni si è distrutto non solo il Marzio Marini ma l'intero sistema sanitario della Bassa Sabina.

In 3 anni di amministrazione Graziani Magliano è stato letteralmente distrutto e messo a terra e tutto ciò è successo per le scelti folli e sbagliate di questi Amministratori.

Basta pensare alla scelta dei loro referenti politici quali Nobili, Cicchetti e Cicolani che tutto hanno fatto tranne che difendere il nostro territorio.

C'è un immagine, che spesso questa amministrazione vuole far dimenticare, che spiega come questa sia quantomeno corresponsabile della chiusura dell'ospedale di Magliano Sabina. L'immagine risale alla campagna elettorale delle Regionali 2010 e in questa immagine c'è il Sindaco che scorta e sponsorizza in una Sala Consigliare in cui dal Balcone furono issate le bandiere del PDL la futura presidente della Regione Lazio Renata Polverini colei che da lì ad un anno chiuderà l'Ospedale di Magliano Sabina.

Questi sono i fatti il resto sono solo chiacchere che possono far comodo agli attuali amministratori per nascondere il loro clamoroso ed eclatante disastro amministrativo.

Quindi proprio per nascondere il loro fallimento personale e politico gettano fango e diffamano i loro avversari politici accusandoci di cose mai fatte e mai dette.

Ma come detto prima, con noi cascano male ed il video di seguito lo dimostra.

Come al solito alle loro chiacchiere diffamatorie noi opponiamo i fatti e la verità documentata.










Nessun commento:

Posta un commento

Saremmo lieti di rispondere ad ogni vostro quesito.
I commenti contenenti un linguaggio scurrile non verranno pubblicati.
Grazie per la Vostra presenza e collaborazione